“MEGLIO DARE RISORSE ALLA SANITA’, CHE PICCOLE SOMME ALLE IMPRESE”, LA PROPOSTA “PROVOCAZIONE” DI ROBERTO DONATELLI

Una provocazione quella dell’ex consigliere provinciale Roberto Donatelli, attuale consigliere comunale a Pescocostanzo. Meglio dirottare risorse a beneficio e sostegno della sanità, per uscire finalmente dalla pandemia e premiare chi è in prima linea a combattere questa dura battaglia, portandoci fuori dal tunnel dell’emergenza covid. Piuttosto che piccole somme per prestiti a imprese della ristorazione e degli alberghi. La proposta arriva all’indomani dell’approvazione della legge regionale sul prestito alle imprese di ristorazione e alberghiere abruzzesi e nel giorno stesso del congedo di sessantacinque operatori socio-sanitari, in servizio nell’Asl di Pescara. “Considerate le ristrettezze economiche disponibili per le piccole imprese, tenendo conto che i fondi previsti sono abbastanza esigue per ogni singola attività, anche se la somma totale è importante, la mia proposta è di dirottare ogni possibile risorsa alla sanità, perchè se c’è vita c’è tutto”  spiega Donatelli. “Come in tutte le sane famiglie che si trovano dinanzi a scelte difficili, sono certo che vanno valutate con attenzione le priorità – precisa il consigliere comunale – in questo momento bisogna agire per una sanità regionale di eccellenza e di attenta programmazione per il futuro. Non possiamo definire eroi le donne e gli uomini nel momento di bisogno di tutte le componenti di una società civile e poi facilmente dimenticare. Guai a pensare che è finita”.