VIA BARCONE NEL DEGRADO, I RESIDENTI CHIEDONO PIU’ SICUREZZA AL COMUNE E ALLE FORZE DELL’ORDINE

Dopo l’ennesima incursione dei ladri nell’area industriale i residenti tornano alla carica chiedendo al Comune e alle forze dell’ordine controlli più serrati e interventi mirati per riqualificare un’area comunale in totale abbandono. Da anni l’intera zona di via Federico Barcone e via Roberto Cicerone è sprovvista di impianti di illuminazione pubblica, facilitando così i raid di vandali e malviventi sempre più preoccupanti. Approfittando del buio anche gli animali selvatici hanno avuto facile in quella zona, tanto che sono sempre più frequenti le incursioni di lupi e cinghiali che si avvicinano alle abitazioni senza alcun timore. Come se non bastasse, negli ultimi tempi, lungo il rettifilo di via Cicerone, a tarda sera, minorenni si divertono in gare di velocità alla guida delle loro minicar mettendo a rischio la loro incolumità e disturbando la quiete del quartiere.  “Viviamo in una zona dimenticata da tutti – afferma Carmine Palazzone, che ha l’abitazione e il laboratorio di pasticceria lungo quella strada – da anni stiamo aspettando l’installazione dell’illuminazione pubblica, perché qui di notte è terra di nessuno, con ladri che fanno quello che vogliono, gli animali, tra cui tre lupi arrivati vicino alle nostre case, che scorrazzano indisturbati con la complicità del buio. E’ ora che il Comune ponga rimedio a questa assurda e pericolosa situazione”. “Anche noi paghiamo le tasse – conclude Palazzone – abbiamo quindi gli stessi diritti di tutti gli altri cittadini”.