PICCOLI VANDALI IN AZIONE AL PARCO FLUVIALE, LE MAMME CHIAMANO LA POLIZIA

Piccoli vandali in azione al parco fluviale: scorrazzano con le biciclette su e giù per l’area verde provocando situazioni di pericolo per loro e per gli altri frequentatori. Non contenti hanno preso d’assalto il parco giochi dedicato ai più piccoli danneggiandolo e impedendo ai bambini di poter giocare in tranquillità. È intervenuta la polizia oggi pomeriggio al Parco Daolio da pochi giorni riaperto al pubblico, chiamata da alcuni genitori che hanno avuto paura per per i loro bambini. Alcuni molto piccoli che hanno rischiato di farsi male e di essere travolti dalle biciclette:  cavalli impazziti in mano a piccoli delinquenti che si sono divertiti nel terrorizzare le mamme preoccupate per l’incolumità dei loro figli. Alcune di loro, hanno preferito lasciare il parco per non correre rischi mentre le altre che hanno provato a richiamare i piccoli vandali tra i 14 e i 15 anni di età al rispetto delle regole, si sono viste prese a male parole. Una situazione che a detta di chi frequenta assiduamente il polmone verde della città, è diventata una brutta consuetudine giornaliera. “Si tratta di ragazzi che non hanno nessun rispetto per le cose e per le persone”, afferma una delle mamme che ha chiesto l’intervento dei poliziotti. “Ho  provato a parlarci per farli ragionare ma sono stata riempite di parolacce e di frasi irripetibili. Ragazzi maleducati che non hanno avuto un buon insegnamento dai loro genitori. Dal Comune devono prendere provvedimenti perché non si può lasciare il parco fluviale alla mercé di questi piccoli delinquenti”. La soluzione più urgente è quella di vietare l’ingresso nel parco alle biciclette selvagge prevedendo un custode e una presenza più assidua della polizia locale sul posto che sanzioni pesantemente chi non rispetta le regole. 

 

6 commenti su “PICCOLI VANDALI IN AZIONE AL PARCO FLUVIALE, LE MAMME CHIAMANO LA POLIZIA

  • 6 Maggio 2021 in 14:55
    Permalink

    È proprio vero. Con simili genitori non se ne esce fuori. Chi scrive probabilmente lo fa per provocare oppure è proprio un idiota.

  • 4 Maggio 2021 in 18:53
    Permalink

    Per IL resto le do ragione ma la parola delinquente mi sembra proprio fuori luogo

  • 4 Maggio 2021 in 15:12
    Permalink

    Mi candido a custode alzando la voce!!!!
    Sono anni che imperversa questa situazione…. mio figlio anni fa all’età di 3 anni si è preso una seggiola dell’altalena sulle tempie finendo all’ospedale, nonostante esortassi i ragazzi a scendere dai giochi dei bambini…. forse il fatto che io sia uomo non li ha fermati ma non mi hanno preso a brutte parole, e sono scappati via dopo il fattaccio…..
    Vedo con rammarico che senza idee per un posto dalle possibili 1000 risorse, la situazione rimane la stessa se non peggiore…… sono senza parole!!!

  • 4 Maggio 2021 in 14:18
    Permalink

    Vorrei che il giornalista che ha scritto questo articolo andasse a verificare il significato della parola delinquente ossia colui che compie atti malvagi e nefandi,in senso giuridico colui che ha commesso un delitto. Vorrei esortare questo giornalista a riflettere prima di scrivere perché se fosse stato mio figlio sarei sicuramente ricorso alle vie legali

    • 4 Maggio 2021 in 18:44
      Permalink

      Complimenti!!!È grazie a genitori come lei che questi ragazzi si sentono autorizzati a fare quello che fanno, a mandare a quell’altro paese mamme che si preoccupano della salute dei propri figli e a distruggere il bene comune. Davvero tanti complimenti!!!

I commenti sono chiusi