CHIESA DI S.AGATA AFFONDA NEL DEGRADO, LAVORI DI RESTAURO FERMI DA QUINDICI ANNI

Una vicenda tutta italiana quella dell’atteso restauro della chiesa di S.Agata a Castelvecchio Subequo. E adesso, per smuovere una situazione ferma da quindici anni, il circolo Fratelli d’Italia di Castelvecchio fa appello alla Soprintendenza dei beni architettonici d’Abruzzo, all’amministrazione comunale, al vescovo della diocesi, ai Frati minori conventuali. I lavori di restauro del tempio risalente al 1114 vennero affidati ad una ditta edile nel giugno del 2006 e finanziati dal Ministero dei Beni Culturali con 800mila euro, attinti dai fondi derivanti dal gioco del lotto. Intanto una bifora pericolante di questo gioiello di storia, di arte e di architettura, venne messa in sicurezza, con lavori disposti dall’assessorato regionale ai Lavori pubblici. Ma da quel momento un silenzio incomprensibile è sceso sulla vicenda del restauro, mentre la chiesa affonda nel degrado.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *