IN NOTTATA ARRIVA IL SI AL BILANCIO DAL CONSIGLIO COMUNALE

Non accadeva da anni. La seduta del Consiglio comunale si è conclusa a notte fonda. L’ultimo passaggio, quello più importante, amministrazione comunale e maggioranza lo hanno compiuto passata la mezzanotte, con l’approvazione a maggioranza del bilancio di previsione e del documento unico di programmazione che ha superato l’esame consiliare. Nella lunga discussione, a tratti estenuante, non sono mancati momenti di tensione. Protagonista del dibattito sul bilancio è stato ancora il capogruppo della Lega, Roberta Salvati. Oltre una trentina i suoi emendamenti al bilancio, con proposte di revisione dello strumento, a 360 gradi. Solo cinque emendamenti però avevano parere tecnico favorevole. Un solo emendamento è stato approvato. La minoranza consiliare peraltro non è stata molto solidale con il capogruppo leghista, preferendo l’astensione sulla gran parte dei suoi emendamenti. Prevedibile il voto contrario della maggioranza.   Anche il documento unico di programmazione è stato approvato con il voto della maggioranza. Il documento è stato presentato dall’assessore al Bilancio, Marina Bianco. L’assessore ha sottolineato il merito degli amministratori comunali di aver saputo valutare ed equilibrare le spese con monitoraggio costante ed anche simulazioni così da concretizzare scelte oculate e coerenti previsioni. “Un fatto del quale ci hanno dato atto anche i revisori dei conti, apprezzando il nostro metodo” ha sottolineato l’assessore.  “L’approvazione del bilancio è avvenuta entro i termini di legge rispettati. Altro merito riconosciuto dai revisori riguarda il recupero dei crediti. Attenzione è stata data a bandi per contributi, come per esempio quelli riguardanti lavori pubblici e politiche giovanili” ha spiegato Bianco. Del bilancio di previsione, già nei giorni scorsi anticipato, è fondamentale il piano delle assunzioni che rafforzerà gli organici del Comune, coprendo i vuoti lasciati dai dipendenti andati in pensione e importanti opere pubbliche. Le opposizioni hanno criticato il bilancio perchè non sarebbe sufficiente a fronteggiare problemi, come ad esempio quello della riqualificazione e del rilancio del centro storico.  Coda polemica verso il presidente del Consiglio comunale, Katia Di Marzio, per la gestione degli emendamenti. “Non condivido che chi presenta l’emendamento ha diritto a parlare tre minuti, mentre gli altri consiglieri possono solo votare, restando in silenzio” ha sostenuto Antonio Di Rienzo. Mentre l’opposizione, con Tirabassi, ha chiesto delucidazioni sul credito di un milione e centomila euro che il Comune vanta verso il Cogesa e sul caso della discarica di S.Lucia, dove occorre operare bonifica dell’area. Il sindaco ha assicurato che è in corso una verifica tra debiti e crediti nei rapporti Comune-Cogesa. Mentre per la discarica risponderà l’assessore all’Ambiente. Tirabassi si è indignato per l’accaduto.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *