GUIDAVA SOTTO L’EFFETTO DI UNA “CANNA”, DENUNCIATO E MULTATO INSIEME AI TRE GIOVANI CHE ERANO CON LUI

Guidava sotto l’effetto del “fumo”, il giovane  che domenica scorsa era al volante della Mercedes uscita di strada tra Pratola e Sulmona. Lo hanno stabilito gli esami ematici e tossicologici effettuati nel pronto soccorso dell’ospedale di Sulmona dove il giovane è stato trasportato insieme agli altri tre giovani che viaggiavano con lui, tutti tra i 20 e i 23 anni. Alla luce dell’esito dell’esame i carabinieri hanno proceduto a denunciare il giovane di origine straniera ma residente in paese, per guida sotto l’effetto di hashish e al ritiro della patente. Inoltre sono state  erogate quattro sanzioni per violazione delle norme anticovid per tutte le persone, due ragazzi e due ragazze, che erano a bordo della Mercedes. Domenica pomeriggio l’Abruzzo era ancora in zona arancione e i quattro non potevano spostarsi verso un altro Comune senza comprovate esigenze. La sanzione comminata dai carabinieri è di 533 euro ridotta se sarà pagata entro i termini di legge.Tutti e quattro i giovani hanno riportato ferite da quattro a 20 giorni e sono stati dimessi qualche ora dopo dal pronto soccorso fuorché una delle due ragazze rimasta in ospedale sotto osservazione. L’incidente, come detto, si è verificato nel tardo pomeriggio di domenica sulla via Nolfese, tra Pratola e Sulmona. Per cause ancora in via di accertamento, il conducente, ha perso il controllo della Mercedes che si è ribaltata più volte finendo prima fuori strada per fermarsi a pochi centimetri da una pianta. Una tragedia sfiorata quindi tanto che l’auto è andata praticamente distrutta.