AZIENDE AGRICOLE COLPITE DA COVID, ARRIVANO SOSTEGNI DELLA REGIONE

Sostegni, sotto forma di una tantum, legati al calo di fatturato tra 2019 e 2020, per complessivi circa 7,5 milioni di euro, alle aziende del mondo agricolo abruzzese “al fine di fronteggiare i problemi di liquidità che mettono a rischio la continuità delle attività e la redditività delle imprese che soffrono maggiormente della crisi causata dal covid”. È quanto previsto nel bando lanciato per l’attivazione della misura “Sostegno temporaneo eccezionale a favore di agricoltori e Pmi particolarmente colpiti dalla crisi di Covid-19 annualità 2021”, predisposto dal Servizio Competitività della Giunta regionale abruzzese nell’ambito del PSR Abruzzo 2014-2020. Il bando è stato pubblicato il 23 aprile scorso. Le domande possono essere presentate fino al 12 maggio prossimo. Beneficiari sono le aziende agricole di tutti i settori produttivi con codice Ateco riferito all’attività agricola, le PMI di trasformazione attive nei settori olivicolo, vitivinicolo, orticolo e lattiero caseario, nonché delle aziende agricole che esercitano attività agrituristica, di agricoltura sociale o di fattoria didattica. “La pandemia ha sconvolto le nostre vite – spiega il vicepresidente con delega all’Agricoltura, Emanuele Imprudente Per questo il nostro impegno amministrativo e politico è da oltre un anno teso ad alleviare i disagi dei più fragili e delle attività produttive: il settore agricolo è centrale nella economia della nostra regione. Le misure varate sono in continuità con gli altri provvedimenti già adottati ed altri ai quali stiamo lavorando, essendo in prima linea dall’inizio dell’emergenza”. L’accesso all’aiuto non è consentito ai soggetti che hanno beneficiato del contributo nell’ambito della Misura 21-Annualità 2020, come stabilito da norme precise della Ue.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *