VACCINI, CITTADINI PERSI NEI MEANDRI DI TELEFONI E POSTA ELETTRONICA PER LE PRENOTAZIONI

Se l’open day vaccinale di ieri ha dato buon esito, non cessano i disagi lamentati da chi attende ancora il vaccino, perso nei meandri del web e delle linee telefoniche. Resta tutta la protesta in questi giorni da parte di chi per giorni formula  i numeri telefonici indicati nel portale della Regione Abruzzo senza mai avere risposta. Nè risposta ha avuto scrivendo all’indirizzo di posta elettronica. Così la semplice richiesta di prenotazione per il vaccino diventa impresa alquanto ardua. Piuttosto accade che torni indietro il messaggio inviato, perché il recipiente della posta elettronica è stracolmo…di messaggi rimasti senza risposta. Fatti che provocano smarrimento, irritazione e inutili perdite di tempo per chi ha bisogno di prenotare il vaccino, soprattutto anziani e persone con patologie abbastanza serie. Molti vanno sulla piattaforma delle Poste e poi si vedono ogni volta rinviati alla piattaforma governativa e regionale, finendo di fatto in un vicolo cieco. Così come è sempre elevato il numero di cittadini che da febbraio sono in attesa del vaccino, pur affetti da patologie che non consentono ritardi, che potrebbero rivelarsi pericolosi per chi vive in condizioni di salute già di per sé precarie.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *