VANDALI AL PARCO NAZIONALE D’ABRUZZO LAZIO E MOLISE, PRESA DI MIRA LA COLLEZIONE “ARTE PARCO”

Atti vandalici a Pescasseroli sulle opere di “Arte Parco”, collezione d’arte promossa da ‘Parco 1923′ in collaborazione con il Parco nazionale d’Abruzzo Lazio e Molise (Pnalm). Quasi completamente distrutta “Animale Vegetale”, il Cuore, di Marcantonio, del 2018, e “Un giorno è stato”, la Mano, di Alessandro Pavone, del 2020, imbrattata con scritte di vernice rossa, alcune delle quali offensive nei confronti del direttore. Ente Parco e Parco 1923 presenteranno denuncia contro ignoti per danneggiamento. “Quale che sia il motivo – ha dichiarato il presidente Giovanni Cannata – non si può non stigmatizzare un comportamento miserabile, degno delle peggiori intimidazioni malavitose, che oltraggia un pezzo di Natura, l’ingegno e l’opera di artisti, di aziende di livello internazionale come Parco 1923, Bmw Italia, Sky Arte e un popolo meraviglioso come quello di Pescasseroli, da cui ora ci attendiamo un segnale forte, a tutela del bene comune. Esprimo solidarietà al Direttore la cui opera, anche per il ripristino della legalità in settori un po’ troppo trascurati negli ultimi anni, non si fermerà e sono sicuro troverà nuovo carburante per moltiplicare lo sforzo in favore del Parco, del suo territorio e delle sue genti”. Dal Parco nazionale della Maiella arriva un messaggio di vicinanza e solidarietà. “Un grave attacco ha colpito i nostri amici del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il suo direttore Luciano Sammarone – scrivono il presidente del Parco della Maiella, Lucio Zazzara, e il direttore, Luciano Di Martino – Distrutte e imbrattate le opere d’arte dell’installazione Arteparco con chiaro intento intimidatorio all’Istituzione e alle persone che le rappresentano. Siamo vicini al Parco, al direttore Sammarone, al presidente Cannata e al personale tutto, ribadendo la nostra stima e fiducia, incitandoli a proseguire nella loro opera, ormai centenaria, di tutela di uno degli angoli di natura più preziosi del mondo. Con voi c’è tutto il sistema dei Parchi Italiani e soprattutto i tanti cittadini che condividono la positiva presenza del Parco”.