L’AREA DELLO CHALET DELL’EREMO DI S.ONOFRIO SARA’ “AGORA'” PER CULTURA E SPETTACOLI (Video)

Sono stati consegnati questa mattina i lavori di sistemazione e messa in sicurezza del sentiero di arroccamento all’Eremo di S.Onofrio, con valorizzazione della vocazione botanico-naturalista. Nel piazzale dello chalet ai piedi dell’Eremo, che diverrà “agorà” per incontri culturali e spettacoli, sono intervenuti il sindaco Annamaria Casini, l’assessore ai Lavori pubblici, Salvatore Zavarella, il responsabile del procedimento ingegnere Gianni Di Loreto, l’ingegnere Bruno Facciolini, della ditta di Montesilvano che eseguirà i lavori e l’architetto Giovanni Campagna, progettista. L’importo dei lavori è di 600mila euro. Prosegue così l’itinerario di allestimento del Percorso della Memoria, nell’area del Morrone di notevole valore storico, culturale e ambientale. La scorsa settimana infatti sono stati consegnati i lavori di riqualificazione del Campo 78 di Fonte d’Amore. Saranno realizzate aiuole con piante elencate nelle Metamorfosi di Ovidio e verrà sistemato lo chalet, da anni chiuso e bersaglio di atti vandalici, trasformato in un centro visita e d’informazione per turisti. Sarà quindi sistemato il piazzale. In più sarà realizzato un impianto d’illuminazione a led per un utilizzo nelle ore notturne. Saranno sostituiti i gazebo esistenti, sistemata la tettoia del Belvedere, quindi la messa in sicurezza delle scarpate e del versante che sale verso l’Eremo. “E’ un ulteriore e definitivo passo in avanti per realizzare il progetto sul puntiamo per favorire lo sviluppo turistico di Sulmona e del Centro Abruzzo” ha sottolineato l’assessore ai Lavori pubblici Salvatore Zavarella. “Con questi lavori non solo si dà impulso alle imprese e alla ripresa occupazionale – ha concluso – ma soprattutto si andrà a realizzare un progetto di sviluppo economico del territorio. Ennesimo importante obiettivo colto da questa amministrazione. Gli altri continuano a fare spesso solo chiacchiere e polemiche sterili, noi preferiamo la concretezza al servizio dei cittadini, guardando al bene della città”.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *