EMERGENZA COVID, ECCO IL DECRETO IN VIGORE DA LUNEDI

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto con le misure efficaci da lunedì prossimo 26 aprile. Resta la suddivisione in zone per le Regioni, ma torna la zona gialla con alcune novità. Domani sera, sui dati del tavolo di monitoraggio, sarà stabilita la nuova collocazione per l’Abruzzo e le altre Regioni. Spostamenti: da lunedì prossimo sono consentiti gli spostamenti tra le Regioni nelle zone bianca e gialla e, con apposita “certificazione”, anche quelli tra le Regioni e le Province autonome in zona arancione o rossa. Fino al 15 giugno prossimo, nella zona gialla è consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata una volta al giorno, dalle 5 alle 22, a quattro persone oltre a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. In zona arancione questo spostamento è consentito solo in ambito comunale, con divieto assoluto che scatta invece nella zona rossa.Scuola: fino alla conclusione dell’anno scolastico è assicurato in presenza sull’intero territorio nazionale lo svolgimento dei servizi educativi per l’infanzia, della scuola dell’infanzia, della scuola primaria (elementari), della scuola secondaria di primo grado (medie), e, per almeno il 50 per cento degli studenti, della scuola secondaria di secondo grado (licei, istituti tecnici etc.). Per le scuole superiori, nella zona rossa l’attività didattica in presenza è garantita fino a un massimo del 75 per cento degli studenti. Nelle zone gialla e arancione, l’attività in presenza è garantita ad almeno il 70 e fino al 100 per cento della popolazione studentesca. Attività servizi ristorazione: sempre a partire da lunedì 26, nella zona gialla sono consentite le attività dei servizi di ristorazione con consumo al tavolo esclusivamente all’aperto, a pranzo e a cena, nel rispetto dei limiti orari agli spostamenti in vigore. Dal 1° giugno, sempre nella sola zona gialla, le medesime attività sono consentite anche al chiuso, con consumo al tavolo, dalle 5 alle 18. Teatri e Cinema: nella zona gialla tornano possibili, dal 26 aprile, gli spettacoli aperti al pubblico nelle sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e altri locali o spazi anche all’aperto, esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi e per il personale. La capienza consentita non può superare certi limiti. Sport di squadra, piscine, palestre: dal 26 aprile è consentito in zona gialla lo svolgimento all’aperto di qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto, nel rispetto delle linee guida vigenti. Sempre in zona gialla, dal 15 maggio prossimo sono consentite le attività delle piscine all’aperto e, dal 1° giugno, quelle delle palestre. Fiere, convegni e congressi, centri termali e parchi tematici e di divertimento. Nella sola zona gialla sono possibili: dal 15 giugno lo svolgimento in presenza delle fiere, dal 1° luglio dei convegni e dei congressi e le attività dei centri termali, dei parchi tematici e di divertimento.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *