PSI: A RILENTO VACCINAZIONI IN PROVINCIA, PENALIZZATI I SOGGETTI FRAGILI

“Da un paio di giorni la attività di somministrazione dei vaccini nella provincia dell’Aquila è balbettante per mancanza di dosi. La somministrazione è frenata essenzialmente per quanto riguarda i soggetti fragili, penalizzandoli fortemente, in quanto le dosi di cui c’è carenza sono quelle prodotte dalla Pfizer e dalla Moderna”. A denunciarlo sono i socialisti della Federazione aquilana. “Pare che i soggetti in attesa, appartenenti a questa delicata categoria e che avrebbero dovuto avere una precedenza assoluta sono molti e non hanno ricevuto ancora neanche la chiamata con la quale viene fissato l’appuntamento” spiegano i socialisti. “Non vogliamo fare polemica anche se pensare che ci sono persone con patologie importanti e in qualche caso gravi che sono ancora in attesa mentre molte altre, che tutto sommato lavorano dietro una scrivania e non hanno soverchi contatti con il pubblico, hanno avuto una corsia preferenziale e sono state già vaccinate, fa ribollire il sangue” precisano. “Ma guardando avanti i socialisti auspicano che non appena arriveranno le dosi Pfizer e Moderna esse siano destinate in via esclusiva ai soggetti fragili. Tra l’altro facendo una cernita, all’interno del settore, e dando la precedenza assoluta a quelle persone che patiscono patologie gravi ed importanti rispetto a situazioni che, ancorchè vulnerabili, sono ben meno allarmanti e più facilmente controllabili” conclude la nota del Psi. 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *