GRAVINA ELETTO NEL COMITATO UEFA, TRIONFO A MONTREAUX

Con 53 voti su 55 votanti Gabriele Gravina, presidente della Federcalcio, è stato eletto oggi nel comitato esecutivo Uefa. Per il sulmonese d’adozione al quarantacinquesimo congresso di Montreaux è stato un vero e proprio trionfo. Ha ottenuto infatti il maggior numero di preferenze e ora potrebbe essere nominato vicepresidente.  Gravina è l’unico italiano nel board europeo dopo le dimissioni di Andrea Agnelli: prende il posto di Michele Uva che era anche vicepresidente e che è restato a Nyon con un importante incarico.  Con Gravina sono stati eletti anche  Zbigniew Boniek (Polonia), Alexander Dyukov (Russia), David Gill (Inghilterra), Rainer Koch (Germania), Karl-Erik Nilsson (Svezia), Just Spee (Paesi Bassi), Servet Yard (Turchia). Secondo i più attenti osservatori del mondo del calcio Gravina ha lavorato bene durante la pandemia ed è stimato anche dal governo italiano per la sua credibilità.  Adesso un altro traguardo per Gravina è quello di dopodomani, giovedì 22 aprile, quando si chiuderà la lista dei candidati alla Giunta del Coni. Il leader della Figc è nella “squadra” di Giovanni Malagò che il 13 maggio a Milano sarà confermato per il suo terzo ed ultimo mandato. Il calcio vuole tornare nel “consiglio dei ministri” dello sport e per questo Gravina ha deciso di candidarsi. Poi toccherà a Malagò scegliere i due vicepresidenti del Coni, un uomo e una donna.