NEL GIORNO DEL “LAMP ON” CONSIGLIERA DI MINORANZA CHIAMA I VIGILI URBANI PER MULTARE GLI ORGANIZZATORI

Una consigliera comunale di minoranza chiama la Polizia locale per un cartello affisso dagli organizzatori della manifestazione Lamp On su un lampione del plateatico di piazza Garibaldi. Appena chiamati i vigili sono intervenuti per accertarsi della segnalazione ricevuta e stanno valutando se quel cartello sia stato affisso in violazione di norme o meno. All’inizio la Polizia locale avrebbe annunciato agli organizzatori il pagamento della sanzione pecuniaria, di cinquanta euro. Ma successivamente avrebbe deciso di soprassedere, per valutare se la violazione sussista effettivamente, tenendo conto del fatto che gli organizzatori del Lamp On sono stati autorizzati regolarmente all’utilizzo del plateatico che comprende anche i lampioni. Quindi la segnalazione della consigliera comunale potrebbe essere stata del tutto infondata e quindi probabilmente fuori luogo. Ma chi ha chiamato i vigili avrebbe chiesto accertamenti anche in ordine alla regolarità di tutte le procedure adottate e di tutte le autorizzazioni reperite. “Quanto accaduto è stato veramente spiacevole, in occasione di una manifestazione fatta sia per ricordare Simone Lotito nel giorno del compleanno, sia per esprimere solidarietà ai lavoratori del mondo dello spettacolo, fermi da oltre un anno e ai quali lo stesso Simone apparteneva” hanno detto alcuni tra gli organizzatori, non nascondendo amarezza e disappunto. La manifestazione si è svolta ugualmente, nonostante l’imprevisto della tarda mattinata e sfidando la pioggia battente del pomeriggio. Resta il rammarico di chi ha organizzato e preso parte all’evento per il richiesto intervento della Polizia locale, in particolare se arrivato da parte di chi dovrebbe dimostrare sensibilità verso queste manifestazioni e soprattutto essere certa della fondatezza della segnalazione stessa.