RIFONDAZIONE ABRUZZO IN LUTTO, A PRATOLA E’ MORTO CERASANI DIRIGENTE DI PARTITO E SINDACALISTA

E’ lutto nel Partito della Rifondazione Comunista in Abruzzo per la scomparsa del settantunenne Cesidio Cerasani, esponente del partito a Pratola Peligna. Da giovane Cerasani aveva appreso il mestiere di carrozziere ed era poi emigrato in Svizzera. Tornato a Pratola Peligna aveva lavorato nello stabilimento Caleppio, ricoprendo il ruolo di delegato sindacale Cgil. Successivamente è stato dirigente di Rifondazione e consigliere del centro sociale “Diversamente giovani”. Il Prc abruzzese ricorda “con gratitudine e affetto il compagno Cesidio Cerasani. Operaio e con alle spalle l’esperienza dura della emigrazione, ha attraversato il tempo della sua vita terrena caratterizzandola con una costante tensione politica, sociale e solidale. Ha speso tutta la sua esistenza direzionando il suo impegno perché le condizioni di vita delle fasce sociali più disagiate si aprissero a prospettive di miglioramento e di riscatto. La sua carica di umanità è stata una luce per tutti quelli che l’hanno conosciuto” hanno scritto il segretario nazionale del partito, Maurizio Acerbo e il segretario della federazione aquilana Riccardo Lolli. I funerali si svolgeranno oggi alle 16.30 nel santuario della Madonna della Libera. Cerasani lascia la moglie Stella e i figli Lucia e Renato.