BUSSI CHIEDE LA CITTADINANZA ITALIANA PER PATRICK ZAKI

Il Consiglio comunale di Bussi sul Tirino ha votato all’unanimità un Ordine del Giorno presentato dalla maggioranza che chiede la Cittadinanza Italiana per Patrick Zaki, lo studente agli arresti dal 7 febbraio del 2020 in Egitto. L’Amministrazione del comune abruzzese, guidata dal sindaco Salvatore Lagatta, ha preparato una gigantografia di Zaki da esporre nella sede comunale. Nella dichiarazione di voto in Consiglio il primo cittadino “ha denunciato, ed è agli atti, di come, nonostante la vicenda di Zaki e quella di Regeni, il Governo italiano continui ad avere rapporti commerciali con l’Egitto, in particolare per la vendita delle armi che quel Paese usa per reprimere l’opposizione. Registro – ha detto ancora il sindaco Lagatta – che oggi in Senato è stata votata a maggioranza la proposta di concedere a Zaki la Cittadinanza italiana”.