FERROVIA PESCARA-ROMA POTENZIATA, L’AQUILA PUNTA SU PROGETTO ALTERNATIVO

Potenziamento della linea ferroviaria Pescara-Roma. L’Aquila….non ci sta. Infatti il consiglio comunale del capoluogo abruzzese è stato unito per chiedere che il collegamento ferroviario Pescara-Roma, opera da oltre 6 miliardi di euro, non escluda L’Aquila. Come invece prevede lo studio di pre-fattibilità, con il passaggio per Avezzano e Sulmona, con la realizzazione di gallerie, e con almeno dieci anni di lavori per concludere l’opera. Nella seduta di ieri  a cui non hanno preso parte il sindaco Pierluigi Biondi,nè il presidente della Regione, Marco Marsilio, il consiglio comunale ha approvato all’unanimità un documento nel quale si sostiene come “indispensabile anche l’inserimento del collegamento ferroviario diretto Roma-L’Aquila-Teramo-costa adriatica  al fine di uno sviluppo armonico della regione e di una facilità d’avvicinamento tra L’Aquila e Roma, considerato il dibattito in città e le proposte formulate dal tavolo tecnico, il consiglio comunale impegna: il presidente Tinari ad attivarsi affinché altri consigli delle province dell’Aquila e di Teramo condividano provvedimenti simili; il sindaco dell’Aquila affinché si faccia parte attiva al fine di ottenere l’inserimento della idea progettuale nel programma delle opere pubbliche strategiche e per evitare, così, l’ulteriore marginalizzazione sociale ed economica della città capoluogo di Regione. Ancora: il sindaco a sottoporre all’attenzione della giunta regionale e della Conferenza Stato-Regioni lo studio di prefattibilità tecnico-economica sulla linea ferroviaria veloce Roma-L’Aquila-Pescara e a sottoporre all’attenzione della giunta regionale e della Conferenza Stato-Regioni, l’attuazione dell’iniziativa military mobility potenziando a fini militari e logistici le linee esistenti Pescara-L’Aquila-Rieti al fine di raccordarle sull’Adriatico al porto di Ortona e sul Tirreno ai porti di Civitavecchia e Fiumicino”. Il progetto sostenuto all’Aquila, elaborato da Fabio Fiori e Antonio Cicone  prevede la realizzazione di una nuova linea ferroviaria che da Scoppito a Passo Corese nel Lazio, hub logistico per lo smistamento delle merci destinate al centro-sud dell’Italia e poi tra Passo Corese e Civitavecchia. Ed ancora la realizzazione di una bretella Rieti-Rocca Sinibalda.