ASPETTANDO IL CERTAMEN CON OVIDIO A SCUOLA

La pandemia impedisce lo svolgimento del Certamen Ovidianum Sulmonense ma la scuola ha inteso mantenere vivo il legame con il poeta sulmonese, invitando i giovani liceali a profondere il loro impegno e la loro passione intorno ad Ovidio, in una prova di competenza basata sull’analisi del testo e sul confronto tra le celebri traduzioni di illustri studiosi, che, attraverso il loro lavoro di interpreti, ne hanno divulgato la conoscenza. E’ nato così il concorso Aspettando il Certamen con Ovidio a scuola, attraverso il quale sono stati accomunati, in unica iniziativa, le due anime della competizione ovidiana: quella destinata agli studenti liceali e quella dedicata ai più giovani allievi della scuola secondaria di primo grado e della scuola primaria. La competizione tra gli studenti liceali avrà luogo da remoto, su piattaforma dedicata, domani venerdì 9 aprile a partire dalle 9. Gli elaborati prodotti dai partecipanti saranno valutati da una commissione costituita dal presidente, Nino Santilli, da Palma Crea, da Alessandro Colangelo, (per la sezione Aspettando il Certamen), da Alessandro Bencivenga, Rosanna d’Aurelio, Patrizio Maria D’Artista, da Marco Maiorano, Mariolina Pallozzi e Franca Palma (per la sezione Ovidio a Scuola). La premiazione di tutte le sezioni del concorso si terrà lunedì 19 aprile alle 11. “L’Istituto Superiore Ovidio ha in tal modo voluto inviare un segnale chiaro della forte volontà di ripartenza e della tenacia con cui dirigente e docenti, che tra l’altro hanno aderito in modo massiccio alla campagna vaccinale, perseguono il loro principale obiettivo, di fare della scuola il luogo della crescita, della formazione e della valorizzazione, culturale ma soprattutto umana, delle giovani generazioni” sottolinea Caterina Fantauzzi, dirigente del Polo Umanistico.

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *