VENTUNO POSITIVI ANCHE NEL GIORNO DEL VENERDì SANTO

Il covid non molla nemmeno nel giorno che la chiesa dedica alla commemorazione della Passione di Cristo. 21 nuovi casi e due ricoveri segnano la giornata del Venerdì Santo. Sulmona resta il centro più colpito con 13 nuovi positivi mentre gli altri contagi sono così ripartiti: tre a Corfinio, due a Castel Di Sangro, uno a Pratola Peligna, uno a Pescocostanzo e uno a Bugnara. A questi bisogna aggiungere anche un caso accertato ad Introdacqua arrivato subito dopo che era stato diramato il bollettino ufficiale. Tra i nuovi positivi c’è anche un minore di quattro anni, motivo che ha indotto la Asl ad attivare la quarantena   per la scuola materna delle Marane, già sotto controllo nei giorni scorsi dopo che era risultata positiva una collaboratrice scolastica. Nel frattempo è stata sospesa per tre giorni, fino al lunedì di Pasquetta, la somministrazione dei tamponi molecolari nel drive in dell’Incoronata.  Saranno analizzati solo  i tamponi d’urgenza svolti nelle strutture ospedaliere. Si registra la corsa invece per il tampone rapido. Solo i prenotati all’ex Caserma Battisti, per il test antigienico, sono oltre 90.  Sul fronte ospedaliero si registra il ricovero di due anziani, uno di Pratola e l’altro di Sulmona, rispettivamente sistemati nel reparto di  Medicina Covid di L’Aquila e di Sulmona.