PALESTRE APERTE A SULMONA NONOSTANTE LA PANDEMIA, LE FIAMME GIALLE MULTANO TITOLARI E CLIENTI

Apparentemente sembravano chiuse ma dentro c’erano persone che si stavano allenando tranquillamente come se la pandemia non fosse ancora un problema ancora in atto. I militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Sulmona, a seguito di attenti e approfonditi controlli volti a limitare il diffondersi dell’epidemia pandemica, hanno individuato due palestre di Sulmona che, apparentemente chiuse, consentivano ai propri clienti di potersi allenare. Ad insospettire i finanzieri l’ingiustificato afflusso di persone all’interno dei locali, opportunamente celati da coperte e teli oscuranti. Nei confronti dei titolari e delle persone sorprese all’interno delle palestre è stata applicata la sanzione amministrativa di 400   ciascuno. Per i proprietari, in aggiunta, è scattata la segnalazione al Prefetto di L’Aquila per l’applicazione della sanzione accessoria della chiusura dell’attività per un periodo da 5 a 30 giorni. L’attività di servizio conferma l’impegno della Guardia di Finanza nel vigilare sull’osservanza delle norme poste a presidio della salvaguardia della salute, in questo particolare momento di emergenza sanitaria e reprimere, nel contempo, condotte illegali che danneggiano gli operatori onesti e mettono in pericolo la salute dei cittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *