COVID METTE ALLE STRETTE PRATOLA MA RESTA IL MERCATO, CITTADINI PROTESTANO

Massima prudenza e raccomandazioni, da ogni parte, da amministratori comunali, maggioranza e minoranza, al rispetto delle regole contro la diffusione del contagio da covid. Tutto giusto, anzi doveroso. Ma a Pratola Peligna, in zona arancione rafforzato e che ha rischiato il lockdown nei giorni scorsi, per la crescita del numero dei positivi covid, il mercato continua. Come se nulla stesse accadendo. Con tutti i rischi annessi e connessi. Intanto perchè in zona mercato l’assembramento è inevitabile e resta molto difficile il rispetto delle distanze. Poi perchè durante il mercato invero si nota anche gente che ha tranquillamente tolto la mascherina o addirittura non l’ha indossata. A segnalare la situazione di grave rischio, nell’interesse di tutti, non per futile critica, sono stati questa mattina alcuni cittadini pratolani, che a questo punto chiedono al sindaco e all’amministrazione comunale, ma anche alle stesse forze di opposizione, la sospensione immediata del mercato oppure di rendere almeno più serrati e attenti i controlli da parte della Polizia locale, perchè tutte le regole siano rigorosamente rispettate. Appena ieri, proprio a Pratola, è accaduto che due persone sedute su una stessa panchina e avvistate durante una perlustrazione di un elicottero della Finanza, sono state invitate ad abbandonare la panchina dalla Polizia locale, prontamente avvertita dalle Fiamme Gialle. Eppure, come sostengono i cittadini, appare contraddittorio continuare a consentire il mercato, stante le condizioni di elevato rischio di contagio che purtroppo continuano a persistere nella cittadina peligna. Transigere, anche davanti a legittimi interessi economici, può essere fin troppo pericoloso.