CORFINIO, GLI AMMINISTRATORI COMUNALI: LA SANTA SEDE SALVI IL MONASTERO DELLA VISITAZIONE

Auspica un intervento della Santa Sede, l’amministrazione comunale di Corfinio, per salvare il monastero delle Monache della Visitazione, destinato alla chiusura. “Sconcerto e rammarico” esprime l’amministrazione comunale di Corfinio, interpretando anche i sentimenti della comunità cattolica locale, per la chiusura del monastero. “Una inaspettata decisione che arriva in un momento delicato e difficile, a causa di una pandemia senza precedenti, per tutta la comunità della diocesi di Sulmona-Valva. Una decisione che aggraverebbe lo sconforto e la tristezza di tutti i cattolici, per questo il Comune di Corfinio auspica vivamente che la Santa Sede possa intervenire prontamente per scongiurare un danno così grave” sottolineano gli amministratori comunali.  “Nel pomeriggio di ieri, dopo aver appreso la notizia – dichiara il sindaco Romeo Contestabile – abbiamo ricevuto decine di telefonate e cittadini che sono venuti direttamente in Comune a chiedere di intervenire a difesa delle suore del monastero di Corfinio che rappresentano per questo territorio un importante caposaldo della spiritualità, della fede”. “Il comune – conclude il sindaco – unitamente alla sua  comunità, metterà in atto tutte le azioni diplomatiche possibili affinché le autorità vaticane preposte annullino la decisione di chiusura del monastero, considerevole luogo di devozione e di culto, tanto da aver attratto Madre Teresa di Calcutta che circa trenta anni fa anticipò, con la sua presenza, la venuta delle monache della Visitazione”.