DUE SERATE A LUCI SPENTE IN PIAZZA ANNUNZIATA PER LE VITTIME DI MAFIA

Per due serate, sabato e domenica scorsi, piazza dell’Annunziata è stata “oscurata”. Lampioni sul sagrato e fari degli edifici di fronte sono stati spenti. Un “buio” simbolico per ricordare il “buio” dei delitti di mafia e del sangue e dei lutti sparsi dalla criminalità organizzata. Sabato e domenica infatti sono state celebrate le giornate della memoria per tutte le vittime delle mafie. Un’iniziativa che dal 1996 caratterizza le giornate del 20 e 21 marzo e avviata ad opera dell’associazione Libera, fondata da don Ciotti, che da sempre si batte contro le organizzazioni mafiose. Anche il passeggio serale, nella piazza Annunziata, è stato caratterizzato dal passaggio in ombra. Tanto che alcuni cittadini, nulla sapendo della manifestazione in atto, hanno segnalato la circostanza agli uffici comunali, pensando si fosse trattato di un guasto tecnico. Ma stranamente, questa sera, al momento dell’accensione dell’illuminazione pubblica., lampioni e fari sono rimasti ancora spenti.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *