NUOVO PRETRIAGE NELL’OSPEDALE DELL’ANNUNZIATA, INAUGURAZIONE IL 26 MARZO

Il nuovo pretriage nell’ospedale dell’Annunziata sarà inaugurato il prossimo 26 marzo alle 11. L’inaugurazione del pretriage nuovo significa di fatto la riorganizzazione layout e percorsi dedicati ai covid per il pronto soccorso. Una soluzione attesa dal marzo di un anno fa, appena esplosa la pandemia. La delocalizzazione dell’area, operativa finora in viale Mazzini, dall’altra parte dell’ospedale e della città, ha provocato problemi al personale sanitario e agli addetti ai lavori per la strutturazione e la differenziazione dei percorsi. Il momento culminante di questi disagi si è avuto durante la seconda ondata quando, tra carenza di organico nel pronto soccorso e richieste di diagnosi covid, i pazienti sono rimasti in sosta per giorni. Tra loro qualcuno addirittura ha pagato con la vita la lunga attesa nell’area triage in seguito al contagio da covid. I lavori da 200mila euro, eseguiti da una ditta romana, prevedono l’adeguamento dell’ex distretto sanitario, contiguo al pronto soccorso di via Montesanto, con la realizzazione di due stanze con bagno e l’individuazione di percorsi separati per pazienti covid e pazienti con altre patologie. Una sorta di anticamera per accogliere i pazienti, effettuare diagnosi ed accertare eventualmente la positività, verificare le loro condizioni e indirizzarli nei vari reparti ospedalieri. Un presidio sanitario decisamente più attrezzato che prende il posto del punto di accoglienza allestito nell’ex pronto soccorso, davanti all’emergenza coronavirus rivelatosi assolutamente inadeguato in più di una occasione, per giunta nella vecchia ala inagibile dell’Annunziata, come accertarono gli stessi carabinieri del Nas.