VILLA COMUNALE ANCORA IN PREDA A….VILLANI

Vandali ancora all’assalto della villa comunale. Questa volta i “capricci” sciocchi e incivili dei vandali, probabilmente giovani, hanno colpito un ulivo che nei mesi scorsi, prima della pandemia, era stato piantato nelle vicinanze di una delle peschiere. L’ulivo da alcuni giorni giace sradicato dal terreno. A segnalare il grave gesto vandalico, frutto di condotta indecente, priva di qualsiasi scrupolo e senso civico, sono stati alcuni residenti nella zona tra viale Roosevelt e viale Matteotti. “Purtroppo con la pandemia in corso la villa comunale ancor più di prima è diventato rifugio di giovinastri che trascorrono il loro tempo calpestando e rovinando le aiuole, lasciando ovunque rifiuti, bivaccando sulle panchine e arrivando a vandalismi come questi, fatti intollerabili che veramente fanno irritare e indignare” afferma uno dei residenti che ricorda anche come sia sempre insufficiente la vigilanza prestata alla villa comunale, abbandonata da tutti e come siano poco attenti o peggio ancora indifferenti quei cittadini che pur notando comportamenti fuori luogo non ricorrono subito ad una telefonata alle forze dell’ordine, per prevenire danni ad un bene pubblico. Intanto i bivacchi continueranno e la maleducazione continuerà a spadroneggiare se non s’interverrà da subito rimediando prima che altri gesti vandalici siano compiuti dai soliti….villani.