VACCINATA A FINE FEBBRAIO, AL SAN SALVATORE MUORE ANZIANA DI PESCOCOSTANZO

Vaccinata nel febbraio scorso, nell’ambulatorio di Castel di Sangro, è morta per covid questa mattina Maria Zizzari, 82 anni, di Pescocostanzo, degente nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila. In paese era conosciuta perchè aveva lavorato come benzinaia e la notizia del decesso ha provocato sconcerto e commozione in paese. L’anziana lo scorso 27 febbraio aveva fatto la prima dose di vaccino Pfizer nell’ambulatorio di Castel di Sangro dichiarando nell’apposito modulo di non aver alcun sintomo né di essere entrata in contatto con persone contagiate. Il tampone effettuato prima del vaccino aveva dato esito negativo. Ma pochi giorni dopo il vaccino l’ottantaduenne ha accusato i primi sintomi del virus ed è stata trasportata nell’ospedale di Castel di Sangro per la diagnosi. In quel momento è stata accertata la sua positività. Dapprima ricoverata nella casa di cura San Raffaele, a Sulmona, l’anziana è stata poi trasferita nel reparto di Medicina Covid dell’ospedale dell’Annunziata, restandovi per soli due giorni. Quindi il successivo ricovero nel reparto di pneumologia Covid dell’ospedale San Salvatore dell’Aquila, per la terapia specifica. Le sue condizioni sono peggiorate nelle ultime ore fino al decesso di questa mattina.



One thought on “VACCINATA A FINE FEBBRAIO, AL SAN SALVATORE MUORE ANZIANA DI PESCOCOSTANZO

  • 13 Marzo 2021 in 19:12
    Permalink

    Avete parlato recentemente di sicurezza in un vostro articolo.Come mai nel comune di Pescocostanzo si sono alzate le Mongolfiere e fatto il fuoco di San Antonio??

I commenti sono chiusi