DECRETI E ORDINANZE ANTICOVID, CONFCOMMERCIO: TANTE PICCOLE IMPRESE MORIRANNO

“La nuova Ordinanza n. 15 del presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio conferma le restrizioni da zona rossa in molti comuni della provincia di Pescara, mentre il Decreto Legge del Governo Draghi prevede misure più stringenti fino a Pasqua. La situazione del comparto commercio, turismo e servizi è drammatica. Siamo consapevoli della difficile situazione sanitaria e che per uscire dalla crisi economica la priorità è accelerare sul piano vaccinazioni, ma il rischio concreto è che quando si uscirà dal tunnel tante piccole imprese non saranno sopravvissute”. E’ l’allarme lanciato dal presidente di Confcommercio Pescara, Riccardo Padovano. “Siamo perfettamente in linea con quanto dichiarato dal nostro presidente, Carlo Sangalli, circa il fatto che alle azioni di contrasto dell’epidemia occorre affiancare sostegni forti alle imprese che non arrivino fuori tempo massimo. Occorre andare oltre il ricorso al ‘più chiusure’, modello di intervento ormai insostenibile per le imprese di commercio e pubblici esercizi, turismo e trasporti e servizi, che rischia di portare alla cessazione definitiva dell’attività di tantissime imprese con conseguente caduta dell’occupazione”. “Occorre accelerare sui sostegni alle imprese – conclude Padovano – che devono arrivare subito e devono essere rafforzati con un ulteriore scostamento di bilancio di decine di miliardi di euro che possa realmente compensare le perdite di fatturato subite nell’intero periodo di pandemia”.