ARCHIVIO DI STATO, LA LEGA CHIAMA IN SOCCORSO IL SOTTOSEGRETARIO BORGONZONI

Sarà interessato direttamente il sottosegretario alla Cultura, Lucia Borgonzoni, sulla vicenda della sezione di Sulmona dell’Archivio di Stato, a rischio chiusura. Lo ha annunciato il deputato Luigi D’Eramo, coordinatore regionale della Lega. “La città di Sulmona ha una memoria storica prestigiosa che si rispecchia in tante sfaccettature e, noi esponenti politici, abbiamo l’obbligo di assicurare con atti concreti la sopravvivenza dei presìdi-riferimento di Sulmona” ha sottolineato D’Eramo. “E’ paradossale che l’Archivio di Stato corra il rischio di chiudere per mancanza di personale; le esigenze del territorio peligno avranno la priorità per Lucia Borgonzoni, che avrà modo e tempo di confrontarsi con Antonietta La Porta, consigliere regionale eletta in Valle Peligna, e con il vice presidente della Giunta regionale, Emanuele Imprudente. La squadra della Lega, dal Consiglio regionale passando per le alte Camere fino ad arrivare al Parlamento europeo, sta già lavorando per restituire decoro, splendore e sicurezza al capoluogo peligno“ conclude D’Eramo. Sul caso torna anche Vittorio Sgarbi. “Il silenzio dell’amministrazione comunale di Sulmona sulla ventilata chiusura dell’Archivio  di Stato,come questione che non pertiene alle responsabilità civiche ,è un grave segnale di difetto di prospettiva politica e culturale. L’accentramento dell’Archivio di Stato all’Aquila non è di per sé una misura negativa per lo Stato che può accentrare o decentrare, ma proprio per la comunità di Sulmona che non può rinunciare a un simbolo di identità e di orgoglio cittadino” sottolinea il leader di Rinascimento. Infine Fratelli d’Italia, esprimendo gratitudine alla Lega e Rinascimento, auspica che questa battaglia accomuni l’azione di tutti i parlamentari del territorio e si estenda a tutte le altre emergenze che da tempo stanno investendo il Centro Abruzzo.