CAMERATA MUSICALE, UNA GRANDE STORIA DALLA PASSIONE DI SULMONESI ILLUMINATI

Era il 4 marzo 1953, in un clima di ricostruzione del nostro Paese si riunirono nell’allora “Albergo Traffico” Salvatore Sambenedetto, Alessandro Bonafede, Franco Garella, Filippo Tella, Mariano Ferrara, Vincenzo Masci, Carlo Superbi, Annibale Luigi Corvi, Antonio Tanturri, Mario Angelone, Raffaele Corradini, Renato Cercone, Dario Del Monaco, illuminati cittadini di Sulmona protagonisti e testimoni di quel primo momento che aprì una lunga e ricca storia artistica che oggi festeggia i 68 anni di attività. Non un fatto memorabile, un evento, un’occasione all’origine della Camerata Musicale Sulmonese: solo l’iniziativa di amici accomunati dalla passione della musica che abitualmente si incontravano per ascoltarla insieme nello studio di un noto avvocato sulmonese, l’Avv. Annibale Corvi: una memoria storica per Sulmona (a lui è ora dedicata una via) persona di nobile lignaggio e di una cultura umanistica eccezionale, pubblicista ed autori di preziosi saggi. Quello studio era una vera fucina culturale ed in quella sede nacque l’idea di fondare una società di concerti, con delle regolari stagioni da tenere ne nostro Teatro Comunale. Fin dai primi passi i nostri intenti si dimostrarono ambizioni: il primo concerto fu dato dall’allora giovane pianista Jean Micault il 14 marzo 1953, seguirono gli artisti più grandi dell’epoca: Ornella Puliti Santoliquido, Sergi Perticaroli, Salvatore Accardo, Willhel Kempff, Nicolai Orloff.  La imponente attività artistica dell’associazione ha sempre presentato occasioni uniche di ascolto per una vera e propria educazione musicale portando a Sulmona quanto di meglio offriva il panorama del mondo musicale.  Finanziata dal Ministero dei Beni e le Attività Culturali fin dal 1956 la Camerata Musicale Sulmonese si è adoperata per la diffusione della cultura musicale nel territorio e nella regione, conquistando prestigio e rilievo nel panorama musicale internazionale. Resta difficile elencare tutti i prestigiosi artisti ospiti nei 1500 concerti al Teatro Comunale “Maria Caniglia” e all’Auditorium dell’Annunziata: dai grandissimi Wihlm Kempf, Salvatore Accardo, Michele Campanella, George Cziffra, Uto Ughi, Alirio Diaz, Nikita Magaloff, Sviatoslav Richter, Lazar Berman, Serghej Krilov, Alexander Romanowsky, Rudolf Buchbinder per citarne solo alcuni, ai complessi orchestrali dei Berliner Symphoniker, Orchestra del Konzerthaus di Vienna, Orchestra Sinfonica di Praga e Coro della Accademia di Brno appena reduci dalla chiusura del Festival di Spoleto. L’Orchestra della Radiotelevisione Sovietica diretta dal grande Fedoseev insieme alle più importanti orchestre sinfoniche italiane. Tra i numerosi gruppi cameristici segnaliamo l’Orchestra da Camera di Parigi, di Praga, la Camerata Accademia del Mozarteum di Salisburgo, I Solisti di Zagabria solo per citarne alcune. Un’attenzione particolare verso i giovani, una per tutti Beatrice Rana. L’ associazione fin dal 1959 ha inserito anche artisti jazz nelle stagioni musicali tra i quali: Swingle Singers, Los Angeles Jubilee Singers, i Momix, Carlo Lofferdo, Stefano Bollani, Danilo Rea, Paolo Fresu e il Premio Oscar Luis Bacalov. Dal 1998 è diventata una Onlus quando ha visto riconosciuto il proprio operato come uno strumento di utilità sociale. Dal 2010 è stato nominato direttore artistico il Maestro Gaetano Di Bacco.Oggi più che mai, questa creatura sulmonese, ha bisogno del sostegno di tutte la nostra Città e del Comprensorio attraverso lo strumento del 5xmille, che tutti già conosciamo e, da questo anno, anche del 2xmille come unica associazione cittadina. Altro strumento a disposizione delle nostre imprese è quello dell’ART BONUS, che consente, al mecenate, un credito di imposta pari al 65% dell’importo donato a sostegno del patrimonio culturale e immateriale pubblico italiano cui la Camerata Musicale Sulmonese Onlus fa parte.