REVOCA DELLE ZONE ROSSE, SCOCCIA ACCUSA: LA REGIONE GOVERNA PER IMPROVVISAZIONE

“La revoca in serata delle zone rosse nei comuni peligni è stata una improvvisazione della Regione che mette in difficoltà i piccoli comuni”. A sostenerlo è il consigliere regionale Marianna Scoccia. “Un’ordinanza firmata meno di 48 ore fa e costituita principalmente da errori macroscopici e di valutazione” afferma Scoccia. “I sindaci dei comuni interessati dalle misure restrittive hanno appreso del provvedimento solo a seguito della pubblicazione dell’atto sul sito istituzionale della Regione, mentre commercianti e cittadini cominciavano già a chiedere, giustamente, spiegazioni e delucidazioni” spiega il consigliere regionale.”Ritengo che questa ordinanza di revoca sia l’esito di una pericolosa ed intollerabile politica dell’improvvisazione che mette in seria difficoltà cittadini e amministratori locali già stremati dalla crisi economica e sanitaria” continua Scoccia. “È un fatto acclarato e fonte di non poca preoccupazione lo scarso confronto e la carente interlocuzione intercorsi tra la Regione e le istituzioni territoriali. Lascia basiti il fatto che un presidente di Regione firmi provvedimenti restrittivi in totale discrepanza con i dati sanitari relativi ai territori interessati. Mi auguro che il governo regionale metta presto fine alla politica dell’improvvisazione” conclude il consigliere regionale.