CENTRO AGGREGAZIONE GIOVANILE, LA REPLICA DEL VICESINDACO BIANCO NON CONVINCE IL M5S

“Il vice sindaco con delega alle politiche sociali Marina Bianco ha sostenuto che “nessuno ha mai interrotto o intende interrompere le attività del Centro, tanto che si stanno ponendo in essere le procedure per l’avvio della nuova gara per l’affidamento della gestione”. La realtà dei fatti è che oggi il Centro di aggregazione è chiuso e non si conoscono ancora i tempi per una riapertura della stessa struttura. Il secondo aspetto riguarda invece le attività future che secondo il vice sindaco saranno ospitate dal Centro di aggregazione giovanile”. Gli Attivisti M5s insomma non sono convinti della precisazione del vice sindaco e assessore sulle future sorti del Centro, nonostante la delibera approvata in giunta comunale, proprio due giorni fa, per l’adesione ad un bando per il progetto “Think Tank Agorà – Inclusione attiva per strategie d’impresa” con il Comune di Avezzano capofila del progetto. “Un progetto che Avezzano ha inaugurato il 14 febbraio dello scorso anno mentre a Sulmona si pensa ancora al bando di affidamento scaduto da non si sa quanti anni” precisa il coordinatore Angelo D’Aloisio. “Ora, fermo restando la validità dell’iniziativa, si tratta comunque di un progetto di formazione che è una cosa ben diversa dalle attività aggregative e sociali svolte in tanti anni dal Centro di aggregazione giovanile. Come Movimento 5 Stelle da tempo riteniamo che bisogna fare una seria riflessione sulle politiche giovanili in città, rimettendo anche mano a iniziative sperimentate in passato, come la Consulta giovanile, ma anche formule nuove di socialità giovanile come ad esempio il riuso urbano finalizzato alla responsabilità diretta dei giovani nella gestione. La cosa più importante è prevedere alla guida delle politiche chi  vive in maniera diretta  i problemi dei giovani e  non persone che , pur essendo eccellenti professionisti,  sono totalmente fuori dalla conoscenza delle problematiche dei nostri giovani concittadini, giudicandoli spesso in maniera superficiale e distratta” incalza D’Aloisio. “Stigmatizziamo infine alcune fotografie apparse sulla pagina ufficiale facebook del Comune di Sulmona, una per tutte, la fotografia di un cartone di lattine di birra vuote – conclude l’esponente pentastellato – Una foto secondo noi pubblicata strumentalmente  come a voler far passare un messaggio negativo sui giovani che frequentavano il Centro di Aggregazione. Questo come se noi utilizzassimo una foto del guano di piccione perennemente presente nel cortile di San Francesco per voler evidenziare una cattiva gestione della cosa pubblica ma noi, siamo come sempre abituati a confrontarci sui contenuti e su una diversa visone delle politiche sociali che nel nostro vocabolario politico non sono sinonimo di politiche commerciali o “formative”.

Un Commento su “CENTRO AGGREGAZIONE GIOVANILE, LA REPLICA DEL VICESINDACO BIANCO NON CONVINCE IL M5S

  • 18 Febbraio 2021 in 18:03
    Permalink

    Quello che viene detto dagli attivisti del M5S di Sulmona e solamente propraganda politica in vista delle prossime ) amministrative se ci saranno.
    Quello che mi fa ancora più specie il sentir parlare di politica giovanile quando in tempi passati gli attivististi o come si suol dire “AMICI DI BEPPE GRILLO” hanno distrutto un folto gruppo di attivisti solo per semplice opportunismo vedasi le non ultime regionali. Sono riusciti benissimo a mettetsi in mostra nello schieramento della manifestazione no snam due autorevoli senatori. Ancora non ho ancora notizie certe della centrale di compressione e del relativo pozzo di spinta dai tecnici del ministero. La Sulmona fondata sul lavoro si è persa nei tempi senza aver nessuno riscontro da classi e movimeti politici. Ora la citta di Sulmona cerca il lavoro che di tanto si parlava nell RDC ora arenatosi con i navigator che sono rimasti disoccupati. Bisogna a mio appunto avere una politica non come quella del precedente Governo. IAMM’ MO.

I commenti sono chiusi