IN VIA SALLUSTIO SCOPERTA LA LAPIDE PER IL QUESTORE PALATUCCI, A LUI SARA’ INTITOLATA LA CASERMA PS

Una lapide dedicata a Giovanni Palatucci, ultimo questore di Fiume, che salvò dalle persecuzioni razziali circa cinquemila ebrei, è stata scoperta questa mattina, in via Sallustio, nel giardino antistante la caserma della Polizia di Stato, che allo stesso Palatucci sarà intitolata. “L’esempio del questore Palatucci deve vivere in tutti noi, rifiutando sempre ogni forma di razzismo, di odio e di violenza” ha sottolineato il sindaco Annamaria Casini. Nel 1995 la Repubblica italiana gli ha conferito la medaglia d’oro al valore civile con la motivazione: “Funzionario di Polizia, reggente la Questura di Fiume, si prodigava in aiuto di migliaia di ebrei e di cittadini perseguitati, riuscendo ad impedirne l’arresto e la deportazione. Fedele all’impegno assunto e pur consapevole dei gravissimi rischi personali continuava, malgrado l’occupazione tedesca e le incalzanti incursioni dei partigiani slavi, la propria opera di dirigente, di patriota e di cristiano, fino all’arresto da parte della Gestapo e alla sua deportazione in un campo di sterminio, dove sacrificava la giovane vita”. Con il dirigente del commissariato di Polizia, Antonio Scialdone, alla cerimonia ha preso parte anche il vescovo Michele Fusco che ha benedetto la lapide. “Oggi la mia presenza è anche attestato di un legame affettivo con la famiglia di Giovanni Palatucci – ha sottolineato il vescovo – infatti un suo nipote, il vescovo Fernando Palatucci, mi ha ordinato sacerdote”. Presenti all’inaugurazione anche i rappresentanti dell’associazione nazionale Polizia di Stato.

 



2 thoughts on “IN VIA SALLUSTIO SCOPERTA LA LAPIDE PER IL QUESTORE PALATUCCI, A LUI SARA’ INTITOLATA LA CASERMA PS

  • 12 Febbraio 2021 in 22:23
    Permalink

    C’è da domandarsi perchè c’ è voluto tanto tempo, quasi ottant’ ann,i per ricordare un Giusto che salvò, a proprio rischio, centinaia di ebrei dalle mani assassine dei nazisti, alleati dei fascisti

    Risposta
  • 11 Febbraio 2021 in 14:41
    Permalink

    bene, le problematiche,criticita’ non bastano ,la drammatica realta’della valle,sotto ogni aspetto nessuno escluso,deve,doveva a dir poco, far riflettere ,compresa la polemica,disputa del signore in parola, si continua con gli allestimenti/spettacoli con effetti speciali,quali le ragioni , quali i ritorni di cui l’Interesse generale e soprattutto quali i benefici dei Cittadini,nessuno,conta solo la visibilita’ degli aventi ruolo,e basta,o no?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *