SCIOPERO LAVORATORI TUA: AZIENDA CON TROPPI PRECARI E A SULMONA UN DEPOSITO “CATTEDRALE NEL DESERTO”

Contro la precarizzazione e l’esternalizzazione del lavoro nell’azienda pubblica regionale Tua e sulle condizioni nelle quali versa il deposito di Sulmona. I rappresentanti sindacali Vincenzo Marcotullio, segretario regionale Uil Trasporti, Francesco Ritorni, Filt-Cgil e Gianni Bonitatibus, Fit-Cisl Abruzzo, insieme ai lavoratori della sede Tua di Sulmona hanno manifestato nel piazzale antistante la stazione centrale, nella giornata dello sciopero di quattro ore regionale e nazionale, per il rinnovo del contratto di lavoro fermo da tre anni. Con le costanti esternalizzazioni l’azienda, in due anni, ha perso circa trecento dipendenti, tra personale viaggiante e personale addetto alla manutenzione dei mezzi. Una condizione sempre più dannosa per i lavoratori e per la qualità dei servizi. Oggi quaranta autisti sono assunti tramite agenzia interinale ed altri quaranta operatori sono in attesa du vedere il loro contratto passare da part time a full time. Lavoratori e sindacati hanno protestato anche sulle condizioni precarie del deposito di Sulmona ormai “cattedrale nel deserto”, sprovvisto di servizi essenziali, come quelli indispensabili per il rifornimento di carburante e per la pulizia dei mezzi. “E pensare che quel deposito doveva essere all’avanguardia e diventare un punto di riferimento per le altre sedi sparse nella regione” hanno sottolineato con amarezza i lavoratori.

 

 

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *