SANITA’, DI GIANDOMENICO (LEGA) ATTACCA IL MANAGER TESTA

“Il centrosinistra anche questa mattina, attraverso suoi rappresentanti, come il consigliere regionale Pierpaolo Pietrucci del Pd ed altri ha di nuovo criticato e attaccato la giunta Marsilio su punto nascita e sanità, dimenticando però quanto accaduto tempo addietro, decidendo loro proprio il declassamento dell’ospedale di Sulmona, che oggi loro stessi contestano”. A parlare è il portavoce provinciale della Lega, Alberto Di Giandomenico, che oggi ha partecipato alla manifestazione davanti all’ospedale. “Peraltro il nostro segretario regionale, Luigi D’Eramo, proprio in questi giorni ha protestato per il fatto che il direttore generale dell’Asl, Roberto Testa, non ha dato avvio al concorso per l’assunzione del primario di ginecologia – aggiunge Di Giandomenico – oltretutto lasciando in sospeso tutti gli altri concorsi, per altri reparti”. “La critica è legittima per i problemi esistenti – continua il portavoce leghista – nessuno nega queste problematiche ma noi contestiamo il direttore generale Asl, per la sua incapacità a portare avanti l’azienda sanitaria. Resta il fatto che nessuno può dire nemmeno che nei cinque anni di governo di centrosinistra, con D’Alfonso, sia stato fatto qualcosa per la sanità peligna”. Infine Di Giandomenico ricorda che nel 2015, a difesa del punto nascita, fu tra coloro che occuparono simbolicamente l’aula consiliare del Comune di Sulmona. “Noi dunque stiamo sempre dalla stessa parte, a difesa dell’ospedale, del punto nascita e dei diritti dei cittadini del Centro Abruzzo” conclude il portavoce della Lega.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *