DUE OPERATORI SANITARI POSITIVI DOPO SECONDO VACCINO

Sono risultati positivi dopo l’inoculazione della seconda dose del vaccino anticovid. Due gli operatori sanitari “osservati speciali” e monitorati dalla Asl per il contagio accertato all’indomani del richiamo del vaccino. All’infermiera dell’ospedale di Sulmona, che compare nel bollettino quotidiano, si aggiunge un altro operatore sanitario che era risultato positivo nei giorni scorsi, sempre dopo l’inoculazione della seconda dose. Si tratta di casi sotto osservazione da parte della Asl perchè “fuori protocollo”, che prevede l’immunizzazione trascorsi sette-dieci giorni dal richiamo del vaccino. Per l’infermiera il contagio sarebbe legato al suo nucleo familiare visto che sono risultati positivi due congiunti. Entrambi però- spiegano gli addetti ai lavori- potrebbero non aver sviluppato le immunoglobuline, presenti sulle mucose e nelle secrezioni esterne, prima barriera che protegge contro le infezioni, impedendo a virus e batteri di entrare nell’organismo. Questa al momento è l’unica spiegazione possibile. I due operatori sono in ogni caso in buone condizioni e si trovano in isolamento domiciliare. Un altro caso di positività riguarda un’operatrice sanitaria dell’ospedale di Castel Di Sangro che ha contratto il Covid dopo l’inoculazione della prima dose. Va ricordato però che il primo step del vaccino non produce immunità per cui è facile che incappare nel contagio in caso di contatti stretti.