IL CORONAVIRUS CONTAGIA IL CONSIGLIERE E SINDACO SCOCCIA

Positiva al coronavirus anche il sindaco di Prezza e consigliere regionale Marianna Scoccia. Nei giorni scorsi per l’esponente politico l’Asl aveva disposto la sorveglianza attiva in seguito alla positività di uno dei due figli ed è risultata contagiata all’esito del tampone molecolare. Positivo anche l’altro figlio, mentre negativo è stato l’esito del tampone per il marito Andrea Gerosolimo, ex assessore regionale. “I primi due giorni sono stati terribili – ha commentato Marianna Scoccia – perché avevo dolori da tutte le parti tant’è che avevo pensato di chiedere il ricovero in un centro Covid. Adesso sembra che va meglio anche se avverto dei forti dolori alla schiena e sto pensando di farmi visitare per capire se dipende dai bronchi o dalle ossa. Sto controllando sempre la respirazione ed ho una saturazione che oscilla tra il 98 e il 99 per cento quindi non credo di aver preso il Covid per le vie respiratorie”. Contagiata dopo il contatto con il figlio che frequenta la primaria Lombardo-Radice, Scoccia torna a ripetere che la causa dell’ulteriore diffusione dei contagi è da attribuire alla riapertura delle scuole: “Da oggi sto facendo fare i tamponi rapidi a Prezza per supportare la situazione della Lombardo Radice dove continuano a registrarsi altri casi di positività da parte di bambini. Una situazione davvero tragica con ripercussioni in tutte le famiglie dei ragazzi. C’è qualcosa che non ha funzionato. Per tenere aperte le scuole è necessario uno screening periodico diversamente non si riuscirà a superare il problema che, essendo talmente ampio, potrebbe investire anche altri istituti scolastici. Un’altra questione riguarda la difficile gestione dei bambini affinché indossino tutti la mascherina”.