LA CIPRIANI A CANALE 5: IN UNA BOUTIQUE DI SULMONA MI FU FATTA VIOLENZA

La soubrette sulmonese Francesca Cipriani, intervistata oggi pomeriggio a Canale 5, ha ripercorso la drammatica vicenda di una violenza subita, durante i giorni del suo primo lavoro. Da quel fatto drammatico, che sarebbe avvenuto in una boutique di Sulmona, sono passati ormai tanti anni ma il ricordo di quel fatto è ancora vivo nellasua mente. Cipriani ha raccontato che all’epoca era solo una ragazzina, era il suo primo lavoro e a farle violenza fu proprio il suo datore di lavoro, nel negozio nel quale era commessa.“Il proprietario dopo un po’ di tempo mi ha sequestrata, chiusa, e mi stava violentando. So cosa significa. Sono svenuta. Lui allora si è preoccupato, mi ha sentito il polso e si è fermato. Avevo 18 anni. È stato denunciato”.  ha ricordato la soubrette. Più tardi, nella stessa trasmissione, è stata intervistata la madre, Rita De Michele, che si è detta ancora addolorata ricordando quel momento drammatico. La stessa Cipriani ha lanciato un appello a tutte le donne, soprattutto le più giovani, perchè denuncino sempre qualsiasi forma di violenza subiscano. Intanto la stessa Cipriani in questi giorni è tornata in tv su Italia 1 con “La pupa e il secchione”, per una nuova avventura che già fa segnare un successo.