REGOLE ANTICORONAVIRUS IN OSPEDALE, IL TRIBUNALE DELLA SANITA’: ASL INTERVENGA

Il Tribunale della Sanità ha chiesto questa mattina al direttore generale Asl, Roberto Testa una verifica riguardo agli assembramenti segnalati nella sala d’attesa del distretto sanitario per accedere alle diverse prestazioni tra le quali quelle del pediatra di libera scelta. L’avvocato Catia Puglielli, referente territoriale del TdS, ha chiesto una verifica interna perché sia accertato il rispetto delle regole anticovid all’interno dell’ospedale. “Risulta infatti legittima la preoccupazione di alcuni genitori i quali avendo dovuto rinunciare a condividere il momento del parto per la salvaguardia della salute del piccolo vorrebbero che l’Asl coerentemente garantisse un percorso di assistenza sicuro – precisa Puglielli – Ho colto l’occasione di ricordare all’Asl che nonostante le segnalazioni inviate, al Cup continuano a mancare igienizzanti, rilevamento della temperatura e soprattutto un percorso differenziato in entrata e in uscita. Alla luce delle preoccupazioni a livello nazionale è necessario un rigoroso rispetto di tutte le regole imposte dal Ministero della Salute”.