SCUOLA, POLEMICA TRA PD E GOVERNO REGIONALE

“La capacità di strumentalizzare ogni situazione per cercare di creare consenso è diventato lo sport preferito dei consiglieri del Pd. Ben venga la volontà dei consiglieri Paolucci e Blasioli di interessarsi di scuola e delle problematiche sorte a causa della pandemia. Sterili e pretestuose le critiche sollevate al governo regionale”. Lo hanno sottolineato il sottosegretario alla presidenza della Regione Abruzzo, Umberto D’Annuntiis e l’assessore alla Pubblica istruzione, Pietro Quaresimale. “Purtroppo oggi non abbiamo partecipato all’incontro richiesto dagli studenti perché, purtroppo, la loro richiesta è giunta a inizio mattinata e i tempi stretti non coincidevano con gli impegni assunti in precedenza. Ma da qui a denunciare l’assenza di impegno da parte della giunta regionale verso il mondo scolastico vuol dire mistificare la realtà. L’Abruzzo, insieme a Toscana e Valle d’Aosta, è riuscita a garantire la riapertura delle scuole superiori, andando incontro alle richieste e alle esigenze degli studenti, stanchi della didattica a distanza, dell’impossibilità di socializzare, di vivere le quotidiane storie di amicizia che grazie alla scuola sono possibili. Lo ha fatto nel pieno rispetto delle disposizioni del Governo, concordando con le istituizioni scolastiche e con i prefetti le soluzioni più idonee, favorendo la diversificazione degli orari, ampliando l’offerta del trasporto pubblico. Ma Paolucci e Blasioli fanno finta di non sapere cavalcando la tigre del populismo solo per fare rumore e cercare un po’ di visibilità – hanno concluso D’Annuntiis e Quaresimale – I rappresentanti degli studenti sanno di poter avere un confronto leale e schietto con i rappresentanti del governo regionale sulle reali problematiche. Siamo disponibili ad ascoltare le loro esigenze per trovare le soluzioni migliori possibili per il prosieguo dell’anno scolastico. Le accuse di Paolucci e Blasioli preferiamo lasciarle al vento…”.