OSPEDALE DI SULMONA, CINQUE REPARTI ANCORA IN ATTESA DEL PRIMARIO

Sono cinque i reparti dell’ospedale di Sulmona privi ancora di primari. I reparti sono quelli di Cardiologia, Pronto soccorso, Ostetricia e Ginecologia, Medicina e Ortopedia. Proprio per quest’ultimo reparto è stata deliberata in questi giorni la proroga per la direzione affidata al dottor Fabio Lombardi. Infatti non c’è ancora il nulla osta della Regione, presupposto essenziale perché l’Asl possa bandire l’avviso pubblico per la selezione del direttore di reparto. Il reparto è senza primario da un anno e mezzo, quando nel giugno del 2019 è andato in pensione il dottore Lino Cavasinni. Con l’attivazione dei posti letto di medicina Covid, il reparto è stato trasferito dal terzo al primo piano del nuovo ospedale. Nel corso della prima e della seconda ondata della pandemia è stato accorpato con Urologia nell’ottica della razionalizzazione del personale. Nonostante l’emergenza e le difficoltà del momento Ortopedia ha continuato ad erogare il servizio in modo sempre efficace. Però fin dall’estate scorsa l’assessore regionale alla sanità, Nicoletta Verì, ha preso l’impegno di sbloccare i concorsi per la nomina dei primari per i cinque reparti. Promessa finora disattesa. Anche in questo caso, salvo rare eccezioni, la sanità sembra interessare poco o nulla le forze politiche cittadine e territoriali, che in tutt’altro evidentemente impegnate. In tanti continuano a tacere su difficoltà e disagi che incontra la sanità a Sulmona e nel comprensorio, indifferenti ai problemi dei cittadini e di chi lavora nella sanità.