FITTI NON RISCOSSI DAL COMUNE PER OLTRE 600MILA EURO, SALVATI ANNUNCIA ESPOSTO ALLA CORTE DEI CONTI

E’ di oltre 600mila euro l’ammontare delle somme che il Comune di Sulmona deve recuperare per il mancato pagamento di canoni di locazione e utilizzo di servizi comunali. Il capogruppo consiliare della Lega, Roberta Salvati, annuncia che invierà tutta la documentazione alla Corte dei Conti. “Bisogna essere chiari verso i cittadini ed iniziare un discorso vero, leale verso la città. Tante e troppe le carenze, di controllo, che in questi anni ci sono state, ma sopratutto non si è lavorato affinché questo sistema fatto di omertà potesse scomparire per prediligere la trasparenza a beneficio dell’intera comunità” sostiene Salvati, che nell’ultima seduta consiliare ha presentato insieme ad altri consiglieri di opposizione un’interrogazione al riguardo, alla quale ha risposto l’assessore al Patrimonio, Luigi Di Cesare. “Da un’analisi sommaria del documento che l’assessore ha rilasciato, le somme da recuperare sarebbero da attestarsi oltre i 600 mila euro, un vero schiaffo ai cittadini che pagano le tasse e vorrebbero dei servizi in più che mancano, perché a detta dell’amministrazione mancano sempre le risorse economiche. Una vera presa in giro considerato questi dati” sottolinea l’esponente leghista. “Il patrimonio comunale è proprietà di tutti i cittadini e un’amministrazione seria e che si rispetti,  deve tutelare e far valere i diritti  dei cittadini di Sulmona. Parliamo di centinaia di migliaia di euro di affitti non riscossi negli anni varie tipologie di immobili, impianti sportivi, terreni e altro – aggiunge Salvati –  Soldi  utili che devono essere destinati a politiche di reinvestimento, ad esempio, politiche del sociale, manutenzione ordinaria, straordinaria immobili, recupero di immobili non utilizzati ecc.. non è possibile che in cinque anni di amministrazione Casini ci troviamo ancora in queste condizioni.Insomma una situazione che grida allo scandalo e a cui bisogna porre rimedio, immediatamente , controllando in modo scrupoloso lo stato dell’immobile e dei contratti di affitto”. Il capogruppo della Lega rileva inoltre che “sono troppe le volte che ci siamo sentiti dire non ci sono i soldi per le strade, non ci sono soldi per  la manutenzione, per i parchi ecc.. con una buona gestione del patrimonio si possono risolvere tante di queste  piccole e grandi criticità . Ma purtroppo il metodo di lavoro fatto di inerzia e inconcludenza protratto in questi anni mi indigna oltre che farmi sentire presa in giro da cittadino di Sulmona”.

D



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *