SINDACO CASINI, ECCO LA MIA CITTA

Un ambizioso progetto che mira alla tutela e alla valorizzazione del centro storico di Sulmona che, secondo gli obiettivi dell’amministrazione comunale, dovrà diventare il cuore pulsante della città, sia per quanto riguarda l’aspetto sociale sia dal punto di vista economico. Un centro storico senza auto, che esalti la vocazione turistica del capoluogo peligno, e che attraverso azioni coordinate, possa rappresentare una grande opportunità per le attività produttive  insediate nel centro storico. La giunta comunale chiude il 2020 con il botto approvando la delibera con cui mira a  ridisegnare il futuro della città. Lo riporta oggi il quotidiano il Centro con un articolo di Claudio Lattanzio in cui il sindaco Casini annuncia l’avvio del progetto. Sindaco e assessori hanno infatti autorizzato il dirigente della IV Ripartizione all’affidamento di incarico  professionale per la predisposizione di uno progetto pilota, suddiviso per fasi, per  la valorizzazione e riqualificazione del centro storico. “Posso dire con certezza che si tratta di un momento decisivo per tracciare il futuro della nostra città”, afferma con soddisfazione il sindaco Annamaria Casini, “un progetto pilota che mira a favorire l’interazione tra centro storico con il resto della città e con sistema  insediativo in generale;  a esaltare le qualità architettoniche e artistiche del patrimonio di cui si compone il  centro storico, favorendo in ogni attività finalizzata alla cura del particolare; a ridurre le barriere architettoniche presenti; a favorire la fruizione del centro storico da parte di turisti e cittadini rendendo  agevole la sua penetrazione e la sua conoscenza sotto il profilo della mobilità; a consentire la visita di chiese, palazzi, cortili, centri culturali e di aggregazione; a rivitalizzare il centro storico puntando all’implementazione delle attività esistenti  con nuove funzioni; a promuovere con costanza l’utilizzo degli spazi pubblici da parte degli operatori  commerciali;  a favorire la qualificazione dello spazio pubblico per lo svolgimento di eventi  all’aperto e alla riorganizzazione dei rapporti tra spazi pedonali e carrabili. Insomma una città che guardi al futuro senza timore ma con più certezze”. In particolare il progetto prevede la riqualificazione degli spazi pubblici attraverso il rinnovo delle pavimentazioni, la realizzazione di aree per la sosta, la valorizzazione dei portici di Corso Ovidio  e Via Antonio De Nino, il restauro degli elementi di arredo storici; la valorizzazione dei principali monumenti attraverso un progetto  illuminotecnico già in fase di realizzazione; la riqualificazione degli spazi verdi attrezzati; l’individuazione delle aree pubbliche dove realizzare parchi giochi per bambini; la riorganizzazione della segnaletica stradale e quella turistica; l’individuazione e valorizzazione di aree pubbliche particolarmente vocate ad  ospitare attività di intrattenimento a vario livello. Intanto come primo segnale, fanno sapere dal Comune, nelle prossime settimane saranno istallati vari componenti di arredo urbano per il Centro Storico. In particolare saranno oggetto di intervento piazza Plebiscito con la sistemazione di dissuasori e fioriere; verranno installati dissuasori nelle immediate adiacenze delle mura della città sulla circonvallazione orientale in corrispondenza dell’incrocio con via Turati; saranno sistemati altri dissuasori sempre per impedire la sosta delle auto davanti l’ingresso del teatro Maria Caniglia. Dopo le numerose lamentele dei cittadini il Comune sta provvedendo anche all’acquisto di cestini per deiezioni canine da mettere in vari punti della città soprattutto nei pressi delle aree dove i cittadini sono soliti portare i cani per le loro passeggiate. Inoltre si provvederà all’acquisto di appositi contenitori di cicche di sigarette con una campagna informativa mirata alla sensibilizzazione dei cittadini per il corretto conferimento dei chewing-gum, dannosi per l’ambiente.
E ancora: saranno acquistate panchine in stile in sostituzione di quelle  rimosse in quanto danneggiate; nuovi fari per potenziare l’illuminazione in Piazza Tommasi e il vicolo adiacente al parcheggio di S. Chiara. Infine saranno acquistati Totem informativi per i musei.

Un commento su “SINDACO CASINI, ECCO LA MIA CITTA

  • 30 Dicembre 2020 in 10:59
    Permalink

    poi arriva una telefonata di sulmona fa centro, e si torna alla ztl di sempre….. ma va va…. ancora con sti progetti……..

I commenti sono chiusi