IN CENTRO ABRUZZO POSITIVI UNA DIRIGENTE DEL COMUNE DI SULMONA E DUE MEMBRI DELL’USCA

In Centro Abruzzo finiscono nell’elenco dei positivi anche due operatori dell’Usca, l’Unità Speciale di Continuità assistenziale. Sono un medico e un’operatrice socio-sanitaria che sottoposti al tampone in ospedale il giorno di Natale e ora in isolamento domiciliare in attesa della negativizzazione. Solo l’operatrice risiede nell’area peligno-sangrina. Il virus continua quindi a colpire i luoghi sensibili del territorio come pure non cessano i contagi tra i sanitari. Positiva è risultata anche una dirigente del Comune di Sulmona. Altri due positivi sono stati rilevati dallo screening a pagamento dell’Associazione Alpini, su 42 tamponi effettuati. E’ possibile prenotarsi per il tampone a pagamento da 20 euro al numero 3519631069 tutti i giorni dalle 09.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30. Sempre oggi per una 65enne di Sulmona si è reso necessario il ricovero nell’area triage dell’ospedale di Sulmona in attesa di collocazione. Si tratta di una donna che era già positiva al virus ma questa mattina, dopo la comparsa di dispnea e difficoltà respiratorie, è stata fatta richiesta di diagnosi. L’esercito dei 1228 sorvegliati dalla Asl impone quindi di mantenere alta l’attenzione, soprattutto per la fine dell’anno, evitando rimpatriate e aperitivi improvvisati che non aiutano a cambiare l’approccio culturale verso l’emergenza. Gli attuali positivi in Centro Abruzzo sono 850, di cui 372 domiciliati a Sulmona, 58 a Pratola Peligna e 43 a Castel Di Sangro. Solo per citare alcuni centri. La buona notizia arriva per il carcere di Sulmona dove il virus allenta la morsa. Gli attuali positivi sono scesi a 42 sui 93 iniziali. Un altro detenuto è stato dimesso dall’ospedale.