ELEZIONI A SULMONA, SGARBI E GEROSOLIMO S’INCONTRERANNO

Continua il giro d’orizzonte del critico d’arte e parlamentare Vittorio Sgarbi e tra gli incontri che proseguono, dopo le feste sarà anche la volta dell’ex assessore regionale Andrea Gerosolimo. “Sto venendo con una certa insistenza a Sulmona, per far capire che ci sono e sono pronto a discutere con le forze politiche che hanno obiettivi comuni”. Lo ha ribadito ieri sera l’onorevole Vittorio Sgarbi, ospite a Pratola Peligna, in casa dell’artista e suo amico personale, Silvio Formichetti, coordinatore territoriale di Rinascimento. Prima di andare in onda, per una diretta su Mediaset, il parlamentare ha fatto di nuovo cenno al suo impegno per la città di Sulmona. Sgarbi ha ricordato di avere già incontrato, pochi giorni fa, i rappresentanti del centrodestra, per sua collocazione personale, e successivamente di aver avuto anche un proficuo colloquio con il segretario del circolo cittadino del Pd, Franco Casciani, con il quale si è soffermato soprattutto sul Bimillenario Ovidiano. “Poi incontrerò Andrea Gerosolimo, che ha evidentemente una capacità politica molto collaudata, non è un dilettante. Mi ha chiamato e ha detto che vuole incontrarmi e incontrerò anche lui” ha proseguito Sgarbi. Lo stesso critico d’arte, che sta organizzando il movimento di Rinascimento, ha sottolineato che oltre Formichetti ha già trovato e individuato altre persone che sosterranno il movimento. Tra i primissimi progetti da attuare c’è quello del museo del realismo. “La storia di nomi dell’arte come Gaetano Pallozzi e Italo Picini farebbe pensare ad un museo del realismo che in Italia non c’è – ha precisato – tant’è che la consigliera regionale Antonietta La Porta ha condiviso il mio progetto e lo ha portato al consiglio regionale nella sessione di bilancio ottenendo un finanziamento che spero sia oltre i centomila euro, così ho già ottenuto un risultato positivo” ha concluso Sgarbi.



2 thoughts on “ELEZIONI A SULMONA, SGARBI E GEROSOLIMO S’INCONTRERANNO

  • 8 Gennaio 2021 in 10:05
    Permalink

    MA SE A SULMONA HANNO CAPITO CHI EE STO SBRAIDATORE LO CACCIANO FUORI E LO SBRAIDATORE VIENE A ROMPERE A PRATOLA ….. BUTTATELO FUORI DAL PAESE DOVE SONO NATI GLI UOMINI FRA I PIU BRAVI D’ABRUZZO GRAZIE AMICI FORTI E SINCERI …FUORI GLI SGARBATI E SBRAIDANTI A VUOTO
    SBRAIDATORI NO…… A STA GENERAZIONE SFASCIA UMANITAA ..SFASCIA IMPRESE QUESTI SONO SENZA CERVELLO COME GLI ASINI CHE RAGLIANO ATTENTY PRATOLANI INTELLIGENTI ….CIAO A PRESTO ….IO VERRO A DARVI MANFORTE……

    1
    1
  • 24 Dicembre 2020 in 22:24
    Permalink

    Festività e Covid permettendo, l’incontro si avrà nell’anno nuovo, in gennaio, proprio come “l’umiliazione di Canossa” del lontano 28 gennaio 1077. Diversi i “calibri” umani coinvolti ma forse uno dei due ci crede anche della propria titolarità politica (illusoria) … come lo stesso spera più nella riabilitazione politica con una imprevedibile quanto agognata “investitura” se non a lui diretta, che almeno si diriga nell’ambito famigliare 😉 . Si sa, la “divina provvidenza politica” non ti abbandona mai!!! Vedremo, ma per il gioire è ancora troppo presto!

I commenti sono chiusi