ELEZIONI SULMONA: ITALIA VIVA, MAI CON LA LEGA E FRATELLI D’ITALIA

“Italia Viva non si renderà strumento per far vincere la destra a Sulmona né direttamente né indirettamente”. All’indomani della visita dell’onorevole Vittorio Sgarbi a Sulmona in cui ha annunciato un possibile accordo con il partito democratico e Italia Viva contro le liste civiche guidate da Andrea Gerosolimo, l’onorevole Camillo D’Alessandro insieme ai coordinatori provinciali Maria Ciampaglione e Paolo Romano, intervengono per chiarire la posizione del loro partito. Lo riporta oggi il quotidiano il Centro con un articolo firmato da Claudio Lattanzio in cui il partito di Renzi pone sul tavolo alcuni punti fermi che rischiano di sparigliare ulteriormente le carte.  “Volevamo non prendere parte a questo spettacolo da cabaret prenatalizio ma, dato che l’Onorevole Sgarbi ha pensato bene di poter decidere anche per Italia Viva è il caso di mettere in chiaro pochi e semplici concetti”, affermano D’Alessandro, Ciampaglione e Romano. “Dopo il console romano, Presidente Marsilio, che verrà ricordato per le sue gesta eroiche e per i pugni di ferro, poco “redditizi”, in tempi di pandemia covid, ora la destra conferma la sua idea coloniale sull’Abruzzo mandando altri personaggi a dettare l’agenda politica sul territorio regionale e anche ad ipotizzare strategie di altri partiti, non il suo. 
Italia Viva non farà mai accordi con la destra, nemmeno a Sulmona. Se altri partiti sperano nel tanto peggio tanto meglio, noi non ci staremo, perché peggio della destra che governa oggi la Regione non esiste ed è sotto gli occhi di tutti.
“Dopo la sconfitta del centrodestra ad Avezzano e Chieti, le forze politiche e civiche che vogliono costruire l’alternativa in Abruzzo non possono farsi strumentalizzare da giochi locali”, concludono da Italia Viva, “tanto più se uno Sgarbi qualunque vorrebbe fare il burattinaio, gli insegneremo che in Abruzzo non ci sono burattini e saremo felici di rimandarlo da dove è venuto”. Dichiarazioni che chiamano in ballo gli stessi esponenti locali di Italia Viva dai quali sarebbe partita l’idea della grande coalizione contro i civici di Gerosolimo. In più circostanze i tre consiglieri di Italia Viva Fabio Pingue, Francesco Perrotta e Catia Di Marzio con l’accordo dei vertici del partito democratico di Sulmona avrebbero avviato contatti gli esponenti locali della Lega e di Fratelli d’Italia per preparare liste civiche comuni contro i civici. Progetto che, a questo punto, sarà sicuramente messo da parte, anche perché dai vertici di Italia Viva sono arrivate indicazioni ben precise che lasciano poche vie d’uscita. Claudio Lattanzio

One thought on “ELEZIONI SULMONA: ITALIA VIVA, MAI CON LA LEGA E FRATELLI D’ITALIA

  • 18 Dicembre 2020 in 13:58
    Permalink

    Il grande inciucio

I commenti sono chiusi