ASSOCIAZIONE IACOZZA, APPELLO ALLE ISTITUZIONI: TUTELARE GLI ANZIANI, MIGLIORANDO LA SANITA’

Le istituzioni territoriali e regionali non restino insensibili e indifferenti alle necessità più urgenti e talvolta anche drammatiche degli anziani, che sono i più esposti ai rischi del coronavirus e lavorino per migliorare le strutture sanitarie, venendo incontro alle loro legittime esigenze. L’appello viene lanciato dall’associazione “Iacozza” di Pettorano, sempre molto attenta alla condizione delle categorie sociali più deboli, spesso ignorate da partiti, movimenti e istituzioni nelle loro urgenze. Tanto se ne parla ma poco si fa. “Il Natale si avvicina e in questi giorni tra virologi politica e gente comune sentiamo molto parlare degli anziani. La categoria più a rischio e più falcidiata dal Covid 19. La nostra associazione sempre a fianco e a lavoro per questa categoria è gratificata da questo interesse perché è giusto che gli anziani non restino soli a Natale” sottolinea l’associazione. “Ma gli anziani non esistono solo a Natale. Gli anziani vanno aiutati e salvaguardati sempre. Loro rappresentano le radici, i valori e il passato che aiuta a costruire il futuro – ricorda l’associazione di Pettorano – Per questo l’auspicio più bello della nostra associazione non è quello di richiuderli in casa per alleggerire le terapie intensive alle quali la maggioranza di loro è destinata bensì quella di creare strutture sanitarie che oltre ad assisterli in maniera tempestiva e senza distinzioni gli possa risparmiare il disagio e lo sballottamento che devono subire per la cura del Covid e delle malattie in genere.Pertanto ancora una volta la nostra associazione fa appello alle istituzioni tutte affinché in maniera
univoca lavorino per migliorare le strutture sanitarie della nostra Valle Peligna che col Covid ha accentuato deficienze che ormai si trascinano anni e che purtroppo stiamo pagando con grosse perdite”.