PD: LA PINACOTECA CIVICA VA INTITOLATA A GAETANO PALLOZZI

Una decisione che il Pd non condivide e non accetta chiedendo che sia subito rivista, quella di negare l’intestazione della Pinacoteca civica all’artista sulmonese Gaetano Pallozzi, fondatore del Premio Sulmona e della stessa Pinacoteca. “Condividiamo e comprendiamo lo sfogo della signora Mariolina, figlia del compianto Gaetano Pallozzi che ha visto in un attimo cancellare decenni di attività del padre di raccolta di opere e di organizzazione di un premio di respiro internazionale. Il Premio Sulmona ad oggi è ancora il premio abruzzese più importante per la sezione arti visive, nessuna città può vantare infatti un premio simile per prestigio e per durata – sottolineano i dirigenti del circolo Pd sulmonese, Casciani e Nannarone –  Sapere che anziché tributare al maestro Pallozzi la dovuta riconoscenza si scelga di condannarlo ad una “damnatio memoriae” intitolando la preziosa pinacoteca da lui creata ad uno scultore che, benchè degno di attenzione e riconoscimento, nulla ha a che vedere con le opere raccolte dal Maestro, è un gesto disumano”. “Gaetano Pallozzi è stata infatti persona intorno alla quale la città ancora si identifica e si riconosce poiché nessuno dei sulmonesi è mai rimasto indifferente al Premio e al prestigio che il Premio conferiva alla città”prosegue il Pd, accusando gli amministratori comunali di aver dato alla città “l’ennesimo schiaffo”  “ma ancor prima all’uomo e all’artista, certificando la sua incapacità a riconoscere il valore della cultura di cui Pallozzi è stato tra i più autorevoli rappresentanti, non è sopportabile”. “Chiediamo che la decisione venga rivista, intitolando la pinacoteca al suo artefice e cioè al Maestro Gaetano Pallozzi, autorevole rappresentante della cultura cittadina a che soli a sette mesi dalla suo morte non merita un gesto così disonorevole” concludono i dirigenti dem.