LICEO CLASSICO, PER I GIOVANI PD LA SOLUZIONE E’ ANCORA LONTANA

L’annuncio dell’avvio a soluzione della lunga tormentata vicenda del Liceo classico Ovidio e della sua sede storica secondo i giovani Pd è solo frutto dell'”ennesimo millantante tentativo di far propaganda sulla pelle degli studenti”.
In proposito il portavoce del circolo giovanile dem, Francesco Balassone, rileva che la delibera della giunta comunale non ha ricevuto l’approvazione nè del Genio Civile nè della Soprintendenza, e “quindi i problemi restano irrisolti. Resta irrisolto il problema della destinazione d’uso dell’edificio, se detto problema non dovesse esser risolto saremmo davanti alla pietra tombale del ritorno dei liceali in piazza XX Settembre”. “Neanche vogliamo dar atto a questa amministrazione ed a questa intera maggioranza, complice di tutto di essersi finalmente occupata della vicenda poiché sono ben quattro anni e mezzo che ignorano le grida di protesta della cittadinanza tutta; non possono presentarsi a sette mesi dal voto per “batter cassa” facendo credere di aver sciolto tutte le questioni spacciandosi come i risolutori della questione o come tutori dei diritti e delle istanze degli studenti. Perché allora se la soluzione non era così difficile da trovare (cosa che infatti non è) non è stata presa prima? Chi pagherà per questi 4 anni e mezzo di tempo buttati?” chiedono i giovani Pd ritenendo invece che le soluzioni della vicenda sono ancora ben lontane.