AGGIUDICATI I LAVORI, SI PARTE CON LA CICLOPEDONALE DELLE MARANE

Dopo la messa in sicurezza dell’incrocio tra via Cappuccini e la statale 17 ora, per la gioia dei tanti sulmonesi che amano il footing e le passeggiate all’aria aperta, arriva anche la pista ciclopedonale. Ieri, il Comune ha proceduto all’assegnazione dei lavori scegliendo l’offerta più vantaggiosa tra quelle pervenute entro i termini stabiliti. Ad aggiudicarsi l’appalto è stata la ditta CIESSE Costruzioni con un ribasso dell’11,60% sull’importo totale di 185.265 euro. “Si tratta di un intervento importante, un altro obiettivo centrato da questa amministrazione che alle chiacchiere preferisce sostituire i fatti”, afferma l’assessore ai Lavori pubblici Salvatore Zavarella, il quale nonostante la quarantena imposta dal Covid, continua a lavorare anche da casa. Il secondo tampone di controllo è risultato positivo e dovrà restare ancora in isolamento per qualche altro giorno fino alla definitiva negativizzazione. Il progetto  della pista pedonale era stato inserito nel piano triennale delle opere pubbliche 2019/2021,  con il contributo economico del Cogesa. “Una volta ultimata l’opera”, aggiunge Zavarella, “si andrà a migliorare la sicurezza stradale, in un tratto che per troppo tempo è stato teatro di numerosi e gravi incidenti stradali. Con la rotatoria, che da pochi mesi è entrata a pieno regime in quel bivio, tra le tre realizzate di recente, con grande impegno dell’amministrazione, si è risolto un annoso problema anche per la viabilità. La pista ciclabile è un intervento migliorativo, che agevolerà i pedoni e i ciclisti che potranno attraversare quel tratto e in tutta sicurezza e transitare su via Marane in tranquillità”. Ma non solo. La pista ciclo-pedonale sarà realizzata In una delle zone preferite dai sulmonesi per fare footing, passeggiare tranquillamente o pedalare soprattutto nelle ore pomeridiane e nei fine settimana quando la zona si riempie di appassionati della passeggiata salutare. Un’opera alla cui realizzazione ha partecipato anche il Cogesa a titolo di parziale ristoro per i sulmonesi e in particolare per i residenti, dei disagi provocati dalla presenza nella zona, della discarica di Noce Mattei.