ECCELLENZA, ECCO LE IPOTESI PER LA RIPARTENZA DAL 17 GENNAIO

La data ipotetica per riprendere il campionato di Eccellenza è quella del 17 gennaio mentre dalla metà di dicembre alla metà di gennaio spazio ai recuperi. E’ quanto prospettato dalla Lnd Abruzzo nella riunione di questa sera con le società del massimo campionato regionale. Gli effetti del Dpcm scadranno il 4 dicembre e, nell’ipotesi di un allentamento delle misure restrittive anti-Covid, il Comitato regionale abruzzese ha disegnato tre scenari per rimodulare la calendarizzazione della stagione sportiva 2020/21.

SCENARIO 1 (34 gare da disputare): conclusione della stagione fino alla 38^ giornata, conferma dei play off e play out e programmazione di undici turni infrasettimanali. La prima classificata sale direttamente in Serie D mentre le squadre dalla seconda alla quinta posizione disputeranno le semifinali play off, con gare di andata e ritorno, per determinale la finale unica in campo neutro. La vincente acquisirà il diritto per partecipare ai ripescaggi in Serie D. Le ultime due in classifica retrocederanno direttamente nel campionato di Promozione mentre le squadre dal quindicesimo al diciottesimo posto giocheranno le semifinali e finali play out.

SCENARIO 2 (19 gare da disputare): conclusione della stagione fino alla fine del girone di andata con la creazione di una seconda fase e nessun turno infrasettimanale. Una Pool promozione per salire in Serie D con due gruppi da quattro squadre tra le prime otto in classifica con gare di andata e ritorno. Le due vincenti si scontreranno in una finale unica in campo neutro. La vincitrice salirà di categoria mentre la perdente acquisirà il titolo per partecipare al ripescaggio in Serie D. Una Pool Coppa Abruzzo per la conquista di un premio (denaro, mute sportive o altro) che prevede la creazione di un girone da quattro squadre dalla nona alla dodicesima classificata con gare di andata e ritorno. La vincente giocherà in casa con la seconda classificata una finale unica in campo neutro. Una Pool retrocessione per la permanenza nella categoria con la creazione di due gironi da quattro squadre dalla tredicesima alla ventesima posizione con gare di andata e ritorno. Le due vincenti sono salve mentre le ultime due retrocedono. Le squadre restanti giocheranno uno spareggio in campo neutro.

SCENARIO 3 (15 gare da disputare): conclusione della stagione fino alla fine del girone di andata, senza turni infrasettimanali, con la disputa delle semifinali e finali dei play off e dei play out. Le prime quattro in classifica dopo la fine del girone di andata disputeranno le semifinali play off andata e ritorno. Le vincenti si affronteranno in una finale unica in campo neutro. La vincitrice salirà di categoria mentre la perdente acquisirà il titolo per partecipare ai ripescaggi in Serie D. Le ultime tre in classifica retrocederanno direttamente nel campionato di Promozione mentre le squadre classificate dal quattordicesimo al diciassettesimo posto disputeranno le semifinali e finali play out.

La maggior parte delle società si è dichiarata a favore dello scenario 1 per concludere la stagione in maniera regolare con la disputa di tutte le partite e senza le soluzioni alternative di arrivare sino al termine del girone di andata. Se la situazione dovesse tornare normale dopo il 3 dicembre, i club avrebbero a disposizione un margine congruo di settimane di allenamento da sfruttare prima della ripresa.     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *